QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi -2°6° 
Domani -3°5° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
lunedì 19 febbraio 2018

Attualità sabato 20 gennaio 2018 ore 14:17

Case popolari, rinasce comitato di indirizzo

Per volontà dell'Unione dei Comuni empolese valdelsa e delle parti sociali riparte l'attività che riguarda le politiche abitative. Gli obiettivi



FUCECCHIO — L’Unione dei Comuni dell’Empolese Valdelsa e le associazioni di categoria e sindacali dei lavoratori e degli inquilini hanno recentemente riavviato l’attività del Comitato di Indirizzo per le politiche abitative

Giovedì 18 gennaio, nella sede di Publicasa SpA, la società che gestisce gli alloggi di edilizia popolare nell’Empolese Valdelsa, il sindaco delegato alle politiche abitative dell’Unione e i rappresentanti delle associazioni sindacali, in particolare Franco Belli del SUNIA e Sergio Luschi della CGIL, hanno presenziato alla riunione del Comitato in un incontro finalizzato ad approfondire le politiche inerenti il comparto abitativo del territorio.

L’incontro è stato anche l’occasione per affrontare le tematiche relative all’organizzazione del settore politiche abitative dell’Unione dei Comuni e agli interventi di nuova costruzione e manutenzione degli alloggi programmati dall’azienda Publicasa. 

Il Comitato di Indirizzo, infatti, vuol essere uno strumento di programmazione negoziata e partecipata sulle politiche abitative al quale faranno riferimento gli 11 comuni dell’Unione anche nell’ottica di un utilizzo sempre più fruttuoso delle risorse a livello territoriale. 

Potrà essere, inoltre, il luogo della consultazione preventiva per le caratteristiche dei nuovi insediamenti e per l’attuazione di accordi territoriali che oggi appaiono sempre più necessari per stimolare un mercato privato degli affitti che nell’Empolese Valdelsa necessita di maggiore dinamicità visto che il numero di case di proprietà sfitte supera di gran lunga il numero delle richieste di alloggi. 

Appare quindi necessario mettere in moto meccanismi che stimolino il mercato per dare risposte concrete all’esigenza di maggiore mobilità delle persone. Un’esigenza che nasce anche da un mercato del lavoro decisamente più flessibile rispetto al passato.
L’altra necessità che appare sempre più evidente è quella di stipulare appositi accordi territoriali per invogliare i privati a mettere sul mercato i propri immobili in modo tale da avere un numero di alloggi disponibili maggiore e conseguentemente calmierare i prezzi.
Nell’Empolese Valdelsa, come un po’ in tutta Italia, la presenza di un grande numero di proprietari di abitazione da un lato ha favorito la stabilità familiare ma di contro ha reso il mercato degli affitti decisamente meno dinamico rispetto ad altri paesi europei.
Altro tema affrontato dal Comitato di Indirizzo è stato quello dell’Edilizia Residenziale Pubblica nell’ottica di un confronto con la Regione Toscana con l’obiettivo di poter finanziare nuove progettazioni e realizzazioni potenziando così il patrimonio ERP che, attualmente, negli 11 comuni dell’Empolese Valdelsa è composto da 1544 alloggi con una media mensile del canone di locazione di poco superiore ai 100 euro (103,84 per la precisione). A contribuire a rendere bassa la cifra media dei canoni di locazione è soprattutto l’attenzione che l’Unione dei Comuni ha rivolto alle fasce più deboli. La media del canone della prima fascia (dove è collocato il 30% degli assegnatari) è addirittura inferiore ai 50 euro. C’è poi la seconda fascia, che comprende il 54% degli assegnatari, che si attesta su una media mensile di 100 euro. Le altre fasce hanno prezzi più alti ma interessano un numero decisamente inferiore di inquilini.
Sempre in tema di case popolari, poi, è da evidenziare come Publicasa e l’Unione dei Comuni abbiano in previsione la realizzazione di 64 nuovi alloggi (alcuni sono praticamente già pronti, come quelli dell’ex scuola elementare di Cambiano) attraverso la costruzione di nuovi edifici o il recupero di quelli nella disponibilità dei Comuni (18 a Montaione, 16 a Fucecchio 10 a Certaldo, 7 a Castelfiorentino) con un investimento che supera i 4 milioni e mezzo di euro.
Inoltre è in previsione la realizzazione di 15 alloggi da destinare alle situazioni di emergenza abitativa (5 a Empoli, 4 a Fucecchio, 4 a Vinci e 2 a Montaione) oltre a tutta una serie di interventi di manutenzione sul patrimonio ERP sparso sugli 11 comuni dell’Empolese Valdelsa.

Numero di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica nell’Empolese Valdelsa al 31.12.17:

Empoli 579, Castelfiorentino 215, Fucecchio 200, Certaldo 178, Montelupo Fiorentino 80, Gambassi Terme 63, Montespertoli 63, Vinci 57, Cerreto Guidi 44, Montaione 38, Capraia e Limite 27.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità