QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 21°33° 
Domani 20°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
martedì 26 luglio 2016

Attualità giovedì 14 gennaio 2016 ore 15:49

Dino Bellucci, ricordo ancora vivo

Il poggibonsese caduto nell'eccidio al Forte di San Martino di Genova era il responsabile della stampa clandestina antifascista

POGGIBONSI — Poggibonsi ricorda il partigiano Dino Bellucci, caduto il 14 gennaio 1944 al Forte San Martino di Genova con una cerimonia commemorativa che si svolgerà sabato 16 gennaio per il 72esimo anniversario dell’Eccidio dove vennero trucidati dagli ufficiali della GNR e dai nazisti otto partigiani tra cui il concittadino Dino Bellucci, nato a Poggibonsi il 14 dicembre 1911. Bellucci era il responsabile della stampa clandestina antifascista.

 Il 14 gennaio 1944 Dino Bellucci, professore, Giovanni Bertora, tipografo, Giovanni Giacalone, straccivendolo, Romeo Guglielmetti, falegname, Amedo Lattanzi, giornalaio, Luigi Marsano, saldatore elettrico, Guido Mirolli, oste e Giovanni Veronelli, falegname, vennero condotti al Forte di San Martino per essere fucilati. Il Tenente dei Carabinieri Giuseppe Avezzano Comes e il plotone ai suoi ordini si ribellarono con straordinario coraggio all’ordine illegittimo. I patrioti vennero barbaramente massacrati dagli ufficiali della GNR e nazisti presenti.

La Città di Poggibonsi parteciperà, con il consigliere Mauro Burresi, alle cerimonie ufficiali che si terranno nel capoluogo ligure, organizzate a cura del Comitato Permanente della Resistenza della Provincia di Genova.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità