QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 21°24° 
Domani 18°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
sabato 27 agosto 2016

Cronaca martedì 16 febbraio 2016 ore 14:55

Estorsione alla Caritas per una ricarica cellulare

Intervento dei Carabinieri di Poggibonsi

Denunciato un uomo per offese e lesioni ai volontari dopo avergli negato una ricarica telefonica del valore di 5 euro

POGGIBONSI — Si è rivolto alla Caritas di Poggibonsi per avere vestiti e qualcosa da mangiare ma, quando ha saputo che ad alcuni indigenti come lui erano state donate alcune ricariche telefoniche da 5 euro, è andato su tutte le furie, pretendendo lo stesso trattamento.

Così R.R. italiano classe 1971, venerdì scorso ha deciso di minacciare i volontari al fine di ottenere la ricarica tanto desiderata.

I volontari presenti, in un primo momento, hanno pensato di non aver ben capito la richiesta dell’uomo, ma questi per ottenere ciò che voleva, non ha esitato a minacciare ed insultare i vari volontari, non lasciando dubbi sull’interpretazione delle sue richieste. I volontari, nella loro fermezza di non concedere quanto richiesto, in un primo momento hanno ignorato le minacce e le grida dell'uomo verso gli stessi e verso la sede dell'istituzione. 

La questione quindi, in un primo momento, sembrava essere stata risolta ma, fuori dalla chiesa, un parrocchiano di 50 anni che si trovava a passare li davanti, ha assistito alla scena e si è avvicinato per cercare di comprendere cosa stesse accadendo.

Appena avvicinatosi all’ingresso della parrocchia, il malcapitato è stato investito dall’ira di R.R. che senza neanche dargli il tempo di comprendere cosa stesse accadendo, lo ha colpito al volto con un violento ceffone facendolo cadere a terra. Il cinquantenne malcapitato è stato quindi medicato dal personale del 118 con contusioni al volto ed al bacino con prognosi di 3 giorni. Nel frattempo l'uomo, assieme alla sua rabbia, si era dileguato: fino alla giornata di ieri quando, a seguito delle denunce presentate, i Carabinieri hanno identificato l’uomo e lo hanno deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria, contestandogli i reati di tentata estorsione e lesioni personali.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità