QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 12°26° 
Domani 10°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 25 settembre 2016

Attualità lunedì 01 febbraio 2016 ore 18:07

Un forte impegno per il sociale

Contributi, sostegni concreti e servizi: l'assessore Convertito fa il punto della situazione sul welfare poggibonsese

POGGIBONSI — Oltre cento cittadini saranno esonerati dal pagamento dei servizi scolastici: è questo il dato da cui parte l’assessore alle Politiche Sociali Filomena Convertito per parlare dell’impegno che ogni anno l’Amministrazione mette in campo per aiutare le famiglie e le persone in difficoltà con gli strumenti e le risorse disponibili. “Strumenti e risorse mai sufficienti – ha detto l’Assessore – per intervenire in questa lunga fase di crisi economica in cui le risorse che arrivano alle Amministrazioni Comunali, da destinare al welfare avrebbero dovuto aumentare anziché diminuire. L’impegno dell’Amministrazione è sempre massimo per trovare soluzioni e rispondere a bisogni ed esigenze reali dei cittadini. Lo facciamo con interventi che passano prima di tutto dalla nostra Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa, in cui risiede l’investimento più imponente e che eroga alla comunità servizi a supporto delle fasce deboli e, anche, contributi specifici. Lo facciamo tramite la grande rete di solidarietà che abbiamo costruito insieme alle associazioni del territorio. Lo facciamo, ad esempio, anche attraverso l’erogazione di contributi diretti e indiretti”. Fra questi ultimi c’è l’esenzione dal pagamento dei servizi scolastici per le famiglie in difficoltà. Nell’ultimo report, che risale all’ottobre 2015 perché riferito all’anno scolastico appena iniziato, sono ben 131 i bambini che frequentano asilo, infanzia comunale e scuola primaria che sono esonerati dal pagamento, secondo la valutazione dei servizi sociali. “Complessivamente – ha detto ancora l'assessore Convertito – si tratta di circa 60mila euro di risorse della collettività destinate a garantire servizi educativi anche a chi non può permetterseli”. Vi sono poi altri strumenti integrativi e fra questi il diritto allo studio che ha permesso nel 2015 di aiutare 519 famiglie con l’erogazione di 71mila euro di cui 8mila euro di bilancio Comunale, e i voucher regionali per la frequenza alla scuola dell’infanzia paritaria di cui hanno beneficiato 90 famiglie (risorse di poco superiori a 29mila euro).

A fianco a questi ci sono poi tutti gli interventi di sostegno al reddito, che vedono l’Amministrazione impegnata nell’istruttoria delle domande che si presentano agli uffici. E quindi: bonus luce (279 domande accettate), bonus gas (sconti in bolletta, 265 domande accettate), bonus acqua (istruttoria in corso, a disposizione ci sono 20.759 euro), assegni di maternità (erogati dall'INPS, 21 domande accettate per un totale erogato di 35.569 euro), assegni al nucleo numeroso (erogato dall'INPS, 86 domande accettate per un totale di 151.881 euro erogati), LR 45 (bonus regionali per disabili e famiglie numerose, 71 domande accolte per un totale di 51.975 euro erogati). Si ricorda inoltre l’investimento in esenzione Tari: nel 2015 l’amministrazione ha scelto di destinare 40mila euro di risorse comunali per sostenere il pagamento di circa 170 famiglie.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cultura

Cultura