QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 20°33° 
Domani 20°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
mercoledì 29 giugno 2016

Cultura venerdì 04 marzo 2016 ore 11:11

Ai Leggieri un "Esperimento deserto"

Massimo Martinoli in scena al teatro sangimignanese con un testo liberamente ispirato al Deserto dei Tartari di Buzzati

SAN GIMIGNANO — L’attore Alessio Martinoli sarà in scena domani, sabato 5 marzo alle 21,30 al Teatro dei Leggieri di San Gimignano con lo spettacolo "Esperimento Deserto - terzo studio", un progetto a cura di Alessio Martinoli in collaborazione con Laura Bandelloni all’interno della stagione “Leggieri d’Inverno”. Un esperimento liberamente tratto da il Deserto dei Tartari di Dino Buzzati, con il sostegno di Compagnia Giardino Chiuso e Orizzonti verticali - Arti sceniche in cantiere e di PimOff. "Esperimento Deserto" è un viaggio alla ricerca di una parola perduta, smarrita, dimenticata, una parola di cui non si trova traccia, una parola tralasciata, lasciata fuori, sfuggita magari ad un impiegato distratto che ha trascritto l'ultimo vocabolario in cui è apparsa. Dimenticata dall'ultima voce che l'ha pronunciata, tanto dimenticata che forse non è mai esistita. "Al punto in cui siamo arrivati – spiegano Martinoli e Bandelloni - vista la difficoltà, tenteremo di inventarla". Laura Bandelloni e Alessio Martinoli presentano al pubblico una nuova tappa del progetto Esperimento Deserto, risultato del lavoro condotto durante la Residenza Creativa “Orizzonti Verticali”, tenutasi presso il Teatro dei Leggieri di San Gimignano nel mese di ottobre 2015. La Residenza Creativa è realizzata e promossa dalla Compagnia Giardino Chiuso, soggetto titolare di Residenza Artistica, con il contributo della Regione Toscana e del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, nell'ambito del Progetto Interregionale di Residenze Artistiche. Un uomo dopo aver finito di rileggere Il deserto dei Tartari di Dino Buzzati si lascia trascinare in una serata mondana che diventa un viaggio notturno sospeso tra realtà e immaginario. Il protagonista trova nella lettura una protezione, un nascondiglio sicuro dalle delusioni e dalle incertezze della vita, ma quando viene convinto ad entrare nel mondo delle relazioni si trova inaspettatamente influenzato dall’opera, più di quanto sospetti egli stesso. Abbandonato anche dal cellulare, suo compagno di viaggio, si trova a rompere gli indugi di questa attesa che qualche cosa accada, per andare alla ricerca di uno scopo, il senso della propria esistenza. La stagione è a cura della compagnia Giardino Chiuso, Comune di San Gimignano, Regione Toscana.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità