QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 12°24° 
Domani 13°29° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 28 agosto 2016

Attualità lunedì 04 gennaio 2016 ore 09:04

"Sarà l'anno delle grandi opere"

Il sindaco di Barberino Val d'Elsa Trentanovi ottimista in vista dei prossimi mesi: "Abbiamo seminato bene, i frutti arriveranno"

BARBERINO VAL D'ELSA — "E’ stato un anno di semina, abbiamo seminato tanto, bene, con un lavoro di squadra di cui si vedranno i frutti, importanti, nel corso del 2016 e dei prossimi anni. Per dare un’idea al Comune di Barberino, anche attraverso l’Unione comunale, sono stati assegnati da Regione, Città Metropolitana e Stato, complessivamente 3milioni e mezzo di euro. Sto parlando di progetti di ampia portata che cambieranno il volto del territorio, tradotto in una dimensione sempre più dotata di servizi a misura di studente, cittadino, lavoratore": pensieri e dati di fatto in libertà per il primo cittadino di Barberino Val d'Elsa Giacomo Trentanovi che a cavallo tra vecchio e nuovo anno ha voluto fare una panoramica del lavoro svolto dalla propria amministrazione comunale. "Dopo aver portato a conclusione alcune opere importanti come la messa in sicurezza di via delle Stallacce, la risistemazione della strada Sant’Appiano Valcanoro e il primo lotto dei lavori di metanizzazione di Monsanto abbiamo lavorato intensamente per il futuro del nostro territorio con la progettazione conclusa delle opere esterne ed interne di completamento del complesso scolastico di Bustecca ed il progetto relativo alla sistemazione della frana del campo sportivo. Barberino vivrà una vera e propria svolta grazie allo stanziamento di circa 2milioni di euro di contributi statali, nell'ambito del piano straordinario di interventi di edilizia scolastica del Governo, che siamo riusciti ad ottenere ai fini della realizzazione del Palazzetto dello Sport, ai 550 mila euro che andranno a sostenere l’adeguamento e la messa in sicurezza della scuola di Marcialla, in modo da poterla riaprire al più presto, dei 500mila euro che serviranno a realizzare il centro cottura, unico per tutti i plessi scolastici di Barberino e Tavarnelle da collocare nell'area inferiore della scuola primaria di Bustecca".

Nel 2015 quali sono stati i maggiori obiettivi raggiunti?

A fronte di un lavoro intenso e complesso i risultati positivi sono arrivati e hanno mostrato concretamente la direzione che vorrei imprimere al territorio. Una strada che punta alla massima valorizzazione di ciò che caratterizza il territorio, della sua anima più profonda. Nella storia della Valdelsa e del Chianti, e andando oltre, dell’intero paese, Barberino rappresenta un colosso, possiede un patrimonio culturale e architettonico di grande pregio con nomi, personaggi, opere tra cui quelle di Francesco e Andrea da Barberino, tradizioni, strutture che portano il suo nome in tutto il mondo. Nel corso di quest’anno ci siamo impegnati nel dare nuova linfa a questo tesoro scommettendo sulla promozione turistica con il potenziamento della rete delle Bandiere Arancioni, marchio di cui si fregia il nostro Comune, sulla rivitalizzazione del centro storico con l’introduzione della Ztl in parte del borgo e l’organizzazione di una fitta serie di eventi di qualità estivi e invernali, abbiamo instaurato nuove forme di amicizia e gemellaggi con il Comune di Montemonaco nel segno di una storia letteraria comune legata alla figura di Andrea da Barberino, abbiamo tracciato la strada di un’identità culturale che vuole sapersi esportare, come testimonia l’uscita nazionale di una puntata di Linea Verde dedicata a Barberino, la migliore dell’anno. I 150 mila turisti nel 2014 ci fanno ben sperare. E ancora, su altri fronti, abbiamo puntato con forza e convinzione, nell’ambito dell’Unione comunale, al mantenimento dei servizi educativi e sociali e alle agevolazioni rivolte alle fasce deboli della popolazione. Ne sono prova gli investimenti ottenuti come area Chianti attraverso la convenzione con Asl per il potenziamento dei servizi sanitari attivi nel distretto del Borghetto".

Il sindaco ha parlato di una buona semina, momento importante per capire quali saranno i progetti in vista per i prossimi mesi: "Sarà l’anno delle piccole e grandi opere: inizieranno i lavori dei cantieri di Bustecca  - ha voluto precisare ancora il sindaco - per il completamento delle opere, prenderà avvio la costruzione della nuova rotatoria in prossimità del cimitero e sono previsti numerosi interventi di manutenzioni sulle viabilità. Oltre 300mila euro, risorsa che anch’essa scaturisce da una buona gestione del bilancio comunale, sono stati stanziati per risistemare tratti di strada in varie zone del territorio. Un’attenzione particolare sarà riservata ai cimiteri con interventi di decoro e manutenzione sulle cappelle di Vico, Pastine, Monsanto, Barberino, Marcialla, San Filippo e Sant’Appiano. Nel 2016 ci sarà un’importante riorganizzazione dell’Unione comunale estesa a Greve e potenziata nei servizi e nelle funzioni insieme a Tavarnelle. Avvieremo anche il percorso di fusione con la richiesta di un finanziamento alla Regione Toscana per realizzare il percorso partecipativo, come già fatto rispetto al progetto Barberino fa 100. Ci tengo infine a segnalare che l’ottimismo legato ai tanti obiettivi raggiunti e alle salde fondamenta gettate per le prospettive future è alimentato dalle grandi battaglie vinte e condotte insieme ai cittadini. La difesa dell’apertura degli uffici postali di Marcialla e Vico ci ha insegnato ancora una volta come la forza della rete e della collaborazione sia in grado di centrare obiettivi importanti e indispensabili per la qualità della vita del nostro territorio".

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità