QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 15°19° 
Domani 16°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 24 giugno 2018

Attualità lunedì 03 novembre 2014 ore 14:23

Sconto sulla Tares se adotti un cane

Mozione di Forza Italia: "Senso di civilizzazione della città, con un regolamento per controllare la salute degli animali nelle nuove case"



“La mozione che abbiamo presentato prende spunto dall’operato di diversi comuni tra cui Lecce, Locorotondo, Montecorvino Rovella, Teramo e tanti altri su territorio nazionale, i quali hanno già aderito all’iniziativa che prevede per le famiglie che adottano un cane dal canile presente nella zona di residenza, una agevolazione sulla Tares. Iniziativa che è stata attuata attraverso controlli molto accurati per verificare le condizioni di vita del cane nell’abitazione dei suoi nuovi padroni, affinché essa non diventi un diversivo per avere sconti sulla tariffa”.

E' questa la spiegazione che Alessandra Ticci capogruppo di Forza Italia da alla mozione presentata nel corso del prossimo consigliuo comunale di Poggibonsi.

“La mozione che abbiamo presentato porterebbe ad una diminuzione determinante degli animali presenti nel canile e nelle altre zone adottive, ad un aiuto alle famiglie che decidono di adottare un amico a quattro zampe ed inoltre rappresenterebbe una nota di civilizzazione da parte del Comune a favore della tutela degli animali che finalmente potrebbero trovare una famiglia che possa donargli l’amore e le attenzioni che meritano”, è la puntualizzazione locale della questione.

Secondo la portavoce di Forza Italia, dunque, un modo per dare un segnale forte alla popolazione di Poggibonsi: “Abbiamo impegnato il Sindaco e la Giunta a definire i criteri e le condizioni per la realizzazione di un regolamento che vada ad identificare le agevolazioni sulla fiscalità gestita dall’amministrazione comunale, per coloro che decideranno di adottare un cane presso il canile UNA o comunque un animale da compagnia presso una delle strutture adottive locali. Definendo inoltre gli interventi volti a monitorare la buona vita dell’animale presso le nuove famiglie adottive, il tutto rivolto alla rieducazione dei cittadini nei confronti degli amici a quattro zampe ed alla loro tutela, sempre troppo sottovalutata dalle amministrazioni”.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca