QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 22°23° 
Domani 18°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 24 luglio 2016

Attualità martedì 23 febbraio 2016 ore 11:44

"Banda dello zoppo", nuove verità

Resistenza in Valdelsa: i “Fatti della Fiera” di Certaldo e la nascita della lotta armata antifascista

CERTALDO — Appuntamento con la storia locale sabato 27 febbraio a Certaldo nella Saletta di via 2 giugno a partire dalle 16,30. Il Comitato della Memoria di Certaldo, in collaborazione con l’Assessorato alla Memoria Storica del Comune di Certaldo, Anpi, Cgil Spi, sezione soci Coop di Certaldo,Circolo delle Idee, Auser, Coessenza editore, organizzano un incontro aperto a tutti dedicato a ripercorrere la storia della “Banda dello zoppo”, nel quale interverranno il presidente Anpi Certaldo, Marcello Masini, insieme a Marco Capecchi e Fabrizio Poggi, certaldesi, che di questa vicenda hanno scritto un omonimo libro, in uscita per Coessenza editore, di cui parleranno.

I fatti narrati – come ci ricordano le informazioni sul sito coessenza.org di un altro studioso di quei fatti, Angelo Pagliaro, autore del libro “La famiglia Scarselli” – ci portano nel 1921, in Toscana. Qui dall’inizio dell’anno si verificano episodi di squadrismo fascista. Il 27 febbraio arriva la notizia dell'assassinio da parte dei fascisti di Spartaco Lavagnini, sindacalista comunista. Proprio il giorno dopo, nella piazza di Certaldo, durante la cosiddetta "Festa della Fiera", scoppia una rissa nel corso di una lite tra due fidanzati. Nella rissa sono coinvolti alcuni carabinieri e due fratelli della famiglia degli Scarselli, anarchici, conosciuti nel territorio dell’Empolese Valdelsa. Nella stessa sera, all'ingresso di Certaldo, vengono erette barricate, ci sono duri scontri con i carabinieri, con morti e feriti. Dopo quelli che passeranno alla storia come "Fatti della Fiera" di Certaldo e le violenze in tutta Italia, gli Scarselli, col gruppo libertario di Certaldo, si danno alla macchia e iniziano la resistenza armata contro il fascismo. Le gesta della "Banda dello zoppo", come ormai vengono identificati i fratelli Scarselli essendo uno di questi effettivamente claudicante su una gamba, entrano nella storia e nella leggenda popolare, come tra i primi in Italia ad essersi opposti al fascismo con le armi.

Appuntamento quindi sabato 27 febbraio ore 16.30, nella Saletta di via 2 giugno a Certaldo, per ripercorrere la storia della “Banda dello zoppo” grazie al nuovo volume di Coessenza editore ed ai suoi due autori, i certaldesi Marco Capecchi e Fabrizio Poggi.

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità