QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi -2°10° 
Domani -5°6° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 17 dicembre 2017

Attualità venerdì 24 novembre 2017 ore 10:30

Tutto pronto per "Terre dei presepi"

L'Imprimatur del presepe di Usigliano

A Castelfiorentino partirà "Terre dei presepi" 2017, un pellegrinaggio in una cinquantina di presepi lungo la Francigena e Romea Strata

CASCIANA TERME LARI — Al via domani, sabato 25 novembre 2017, da Castelfiorentino “Terre dei presepi La Toscana a Natale 2017”

Sono una cinquantina le località in Toscana che quest’anno costituiscono tappa di un vero pellegrinaggio nella “Terre dei presepi”, alla scoperta delle rappresentazioni della natività lungo il percorso della via Francigena e la Romea Strata, e tra queste anche Usigliano nel Comune di Casciana Terme Lari che è sede del museo permanente nelle cantine dell'Agriturismo "I Castelli".

Nella rete dei presepi, si è aggiunto quest’anno anche Trevinano, frazione di Acquapendente situata all’estremo nord della provincia di Viterbo e quindi del Lazio, che ospiterà in occasione delle prossime feste natalizie un presepe con sagome in legno a grandezza naturale.

Quest’anno alcune novità: ogni presepe è dotato di un suo imprimatur, un marchio identificativo disegnato dal pittore Sanminiatese Sauro Mori, un timbro che sarà apposto sulla credenziale del pellegrino alla visita di ogni magione.

L’iniziativa è stata battezzata dal Vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca il 14 ottobre scorso, nella cattedrale di San Miniato consegnando agli oltre settanta presepisti "il mandato a fare il presepe" sull'esempio di San Francesco e ha benedetto le immaginette di Gesù Bambino che saranno collocate nei paesi la notte di Natale.

Per Usigliano il mandato è stato consegnato a Claudio Terreni, il presepista autore di quasi tutte le opere collocate nel museo.

Per poter fare il cammino in forma di pellegrinaggio il "presepista pellegrino" deve dotarsi di una apposita credenziale, distribuita gratuitamente in ognuna delle magioni, da presentare per l'imprimatum durante la sua visita. Il presepista può essere chiunque e può percorrere le tappe con qualunque mezzo: a piedi, in bici, in auto, e può farlo da solo o in gruppo. Il suo viaggio deve essere completato nell’arco del 2017.

Tutti i pellegrini che avranno concluso il percorso spirituale e completato la credenziale con tutti gli imprimatur, avranno diritto al “Testimonium” la pergamena che riproduce la natività ad opera di Sauro Mori dal titolo "I pellegrini del presepe”.

Terre dei presepi è in rete da quattro anni, con paesi e natività, (www.terredipresepi.blogspot.it) e lo scorso anno ha mosso un milione di visitatori. Coordinatore del progetto il giornalista Fabrizio Mandorlini.

Terre di Presepi ha il patrocinio della Regione Toscana, di Ucai Nazionale, il beneplacito delle diocesi della Toscana che hanno nel vescovo di San Miniato Andrea Migliavacca delegato al Turismo dalla Conferenza Episcopale Toscana la persona dedicata

I paesi, le cittadine e i presepi coinvolti sono:
Convalle di Pescaglia, Pieve Fosciana, Porcari, Usigliano di Lari, il Museo della Certosa di Calci, Nicosia di Calci, Ruota, Cerreto Guidi, San Miniato, Trevinano (Acquapendente), Castelfiorentino, Pescia, Cigoli, Castelfranco di Sotto, San Miniato Basso, San Giovanni Valdarno, Cascina (Pi), Pistoia, Petroio, Regnano (Ms), Certaldo, Gricignano (Ar), Melello (Ar) Castelnuovo d'Elsa, Pescaglia, Montefiorino (Pr), Gazzano (Pr), Veneri, Pontedera, Poggibonsi, Castelfrando di Sopra, Pontecosi, Le Piastre, Siena, Badia San Savino, Marti, Fucecchio, Sansepolcro, Tofori, Pontecosi, Coreglia Antelminelli.


Il progetto è aperto e altre località e presepi si potranno inserire nel percorso proposto.

Marcella Bitozzi
© Riproduzione riservata

Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità