Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:03 METEO:POGGIBONSI13°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, a Milano folla sui Navigli nell'ultimo weekend in fascia gialla

Cronaca mercoledì 20 agosto 2014 ore 10:59

"Ci offrono soldi per chiudere i nostri negozi"

Le attività commerciali del centro denunciano strani approcci da parte di imprenditori cinesi. La testimonianza: "40mila euro per andarmene"



COLLE DI VAL D'ELSA — La notizia era già nell'aria da diverso tempo, ma adesso la conferma arriva dai diretti interessati. Da alcuni mesi girano per Colle di Val d'Elsa strani personaggi che fanno offerte in denaro ad alcune attività del centro per farli smettere di lavorare. Il motivo? Comprare in qualche modo la concorrenza e aprire altre simili attività. Nuovi esercizi commerciali di origine cinese, stanno infatti proliferando anche in Valdelsa e dietro a tutto questo ci sarebbero appunto delle persone che staserebbero offrendo soldi in contanti ad esercizi commerciali già presenti sul territorio per farli desistere dal proprio lavoro oppure per lasciare io locali dove operano.

Il problema è che per adesso non ci sono state denunce vere e proprie agli uffici preposti o meglio ancora alla forze dell'ordine, ma solo su alcune piazze virtuali. E se molte attività hanno preferito rimanere nell'anonimato per non avere ripercussioni su un lavoro e un'attività già precarie, c'è chi invece, come una nota pizzeria del centro, ha deciso di uscire allo scoperto.

“Si sono presentati chiedendomi di andarmene da qui e se volevo potevo anche portarmi via tutto – fa sapere l'imprenditore colligiano – e il loro unico interesse era quello di farmi andare e lasciare il fondo vuoto. Mi hanno offerto soldi in contanti, poco meno di 40mila euro e tra l altro anche nella valuta che più desideravo”.

Una situazione davvero strana per una città come Colle, anche se l'intento di queste persone di chiara provenienza cinese, sembra essere ben altra: “ Mi hanno dato l'impressione che il loro interesse fosse fare piazza pulita delle varie concorrenze locali - fa sapere ancora l'imprenditore colligiano - e per questo non volevano sapere se la pizzeria lavorasse o meno”.

Lo stesso imprenditore, così come altri della parte bassa di Colle che non vogliono uscire allo scoperto, hanno fatto sapere di aver accennato dell'accaduto alle associazioni di categoria, pur non avendo ricevuto risposte concrete. Occorrerebbe una denuncia vera e propria alle forze dell'ordine, visto che queste persone, ai vari commercianti dove si sono presentati, lasciano anche numero di telefono e generalità, ma la paura è troppa. Una situazione comunque da approfondire, anche se in questo caso si ha la riprova di quanto poco siano tutelate le attività commerciali in genere.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità