Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:POGGIBONSI16°23°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Argentina, tifosi celebrano i 38 anni dalla doppietta di Maradona contro l'Inghilterra
Argentina, tifosi celebrano i 38 anni dalla doppietta di Maradona contro l'Inghilterra

Cultura martedì 03 gennaio 2017 ore 13:30

L'arte eclettica che celebra la donna

Ultimi giorni per visitare la mostra "Vive la vie". A palazzo Pretorio la vastissima produzione artistica di Alain Bonnefoit



CERTALDO — Ultimi giorni utili per visitare la mostra “Vive la vie - pittura e altri (amori) di Alain Bonnefoit”.

Domenica 8 gennaio, a partire dalle 15, evento conclusivo alla presenza dell'artista e dell'assessora alla cultura Francesca Pinochi.

L'esposizione a Palazzo Pretorio ha visto anche la partecipazione di personaggi del mondo dello spettacolo e dell'arte del buon vivere, come l'attore e regista Claudio Bisio, il macellaio-poeta Dario Cecchini e il sommelier Carmelo Sgandurra, protagonisti di tre distinti eventi dedicati al connubio tra arte e vita.

L'eterno femminino, la donna nella sua, sensuale e mai scandalosa nudità, è il soggetto che torna in ogni opera della vastissima produzione artistica di Bonnefoit

Parigino di Montmartre, classe 1937, Alain Bonnefoit si è formato all'Ecole des arts appliques, e alla Ecole des beaux arts di Parigi e di Bruxelles. Nel 1965 si trasferisce in Toscana, approdando negli anni successivi a Certaldo (Comune del quale è cittadino onorario dal 2003) dove ancora oggi risiede.

Altra forte influenza artistica arriva a Bonnefoit, fin dal 1973 anno del viaggio in Giappone. Là impara prima l'arte della calligrafia e poi del sumi-e, antica tecnica pittorica orientale.

L'esperienza in Oriente lascia un segno indelebile nella vena artistica di Bonnefoit, che però, da uomo di mondo sempre in cerca di nuove inspirazioni, non si esaurisce ma, anzi, cresce: da qui le sue prime creazioni di pittura digitale su tablet, opere disegnate sul piccolo schermo touch screen e poi trasposte su lastre di cristallo.

“Con la fine di questa mostra si chiude anche il ciclo espositivo 2016 intitolato #ilviaggio – dice l'assessore alla cultura, Francesca Pinochi – che ha visto le mostre personali di Gloria Campriani, Luca Macchi, e appunto di Alain Bonnefoit. Una serie di esposizioni molto apprezzata, cui farà seguito, per il 2017, una nuova stagione espositiva, che unirà ancora una volta artisti locali e non, che presenteremo nei prossimi giorni”.

La mostra è visitabile fino a domenica 8 gennaio con il seguente orario: dalle 9.30 alle 13.30 e dalle  14.30 alle 16.30 (chiuso il martedì).


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno