Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:POGGIBONSI20°36°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci
Quando Donald Sutherland interpretò il gerarca fascista Attila nel film «Novecento» di Bernardo Bertolucci

Politica venerdì 17 gennaio 2014 ore 09:40

Gerardo Di Fonzo: un altro renziano per le primarie del 9 marzo

Sfiderà Marinangeli all'interno della stessa linea politica, oltre a Bucalossi. Anche per lui si parla di Volumi Zero per Colle



COLLE DI VAL D'ELSA — Sembrava che la lotta per le primarie del 9 marzo interna al Pd si potesse risolvere solo come un duello a due e invece è di poche ore fa la candidatura di un altro personaggio di spicco del mondo culturale e sociale di Colle. Gerardo Di Fonzo, nato a Sucrè ( Venezuela) da genitori italiani nel 1959, ha deciso infatti di sfidare la coppia Marinangeli-Bucalossi.
Parlando della sua attività politica, dopo alcune esperienze a Napoli, il trasferimento a Colle e dal 2004 l'adesione prima ai DS e poi dal 2007 al PD. "Ho sostenuto sin dal primo momento e con convinzione la candidatura di Matteo Renzi a segretario nazionale nella prospettiva, per me auspicabile, di continuare a sostenerlo anche come candidato premier del PD alle prossime elezioni politiche". Un renziano, dunque, come Marinangeli, del resto ed è proprio questo quello che appare più strano: se da una parte c'è la bellezza delle primarie aperte a tutti, a qualsiasi persona abbia voglia di presentare una propria idea, dall'altra si intravede comunque una strategia non troppo battagliera. Detto questo, Di Fonzo ha già presentato alcune idee per il futuro della sua città: "Penso che la gestione delle società partecipate dal Comune di Colle, che gestiscono servizi pubblici importanti per la cittadinanza, debba essere maggiormente improntata a criteri di meritocrazia, di responsabilità, efficienza ed economicità, nella prospettiva di una graduale dismissione di alcune partecipazioni, dopo un'attenta analisi e valutazione della gestione di ogni singola situazione. Penso che si debba ri-partirte dalla scuola e dalla formazione dei giovani per iniziare un percorso, ormai ineludibile, che porti alla creazione di una nuova cittadinanza attiva e di una futura classe dirigente che abbia, tra gli altri, come princìpi fondanti un maggiore senso civico, il rispetto delle regole e della legalità".

Non è tutto: Di Fonzo lancia il suo programma toccando anche altri elementi. "Penso che il rilancio del piccolo commercio, del turismo locale e del mondo produttivo, costituto prevalentemente da piccole e medie imprese - afferma -  richiedano il coinvolgimento e il contributo pieno, sistematico e non sporadico delle associazioni di categoria, del mondo del lavoro e delle professioni allo scopo di elaborare strategie condivise di sviluppo e di rivitalizzazione di questi settori; solo in questo modo si possono creare le condizioni per una diminuzione del tasso di disoccupazione, specie quella giovanile, che anche nella Valdelsa ha raggiunto livelli preoccupanti".

In tutta risposta, tra le altre argomentazioni, anche una tematica cara a Claudio Marinangeli: "Penso che un equilibrio sostenibile tra lo sviluppo del territorio ( soprattutto da un punto di vista edilizio) e tutela dell'ambiente ( con particolare riferimento al consumo del suolo) richieda per Colle , a livello urbanistico, un'azione di recupero di tutto quello che è recuperabile e non di nuove costruzioni ( urbanistica a volumi zero)".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il 23 e 24 Giugno si torna a votare nei Comuni dove il Sindaco non è stato eletto al primo turno. Fra questi c'è anche Firenze. Tutte le sfide
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità