QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 12°13° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
lunedì 11 novembre 2019

Attualità mercoledì 20 maggio 2015 ore 18:15

Giotti Victoria, un calcio alla crisi

Giacomo Pucci, ceo dell'azienda

Nuove assunzioni per il terzo produttore di veicoli commerciali in Italia, nuovi veicoli e apertura di nuovi mercati in Francia e Europa dell'Est



VALDELSA — “Abbiamo passato mesi in cui abbiamo cercato di galleggiare nel mare della crisi che ha colpito il settore e che di riflesso ha frenato la nostra crescita, anche con elementi indipendenti dalla nostra volontà, ma adesso siamo pronti per ripartire da dove ci eravamo fermati”: è con queste parole che Giacomo Pucci, Chief Executive Officer della Giotti Victoria di Barberino Val d'Elsa guarda a questo 2015 con rinnovato ottimismo.

L'azienda toscana che dal 2009 in poi aveva visto una crescita esponenziale dei propri prodotti andando a sfidare i grandi e storici colossi del settore nazionale ed internazionale e raggiungendo quasi il 40 per cento del mercato di riferimento con picchi notevoli nel corso del 2013, con l'ultima partecipazione al Salone di Ginevra ha inaugurato il nuovo anno con un assetto operativo rinnovato capace di proporre nuove opportunità di mercato. Con un occhio al presente e uno al futuro, visto che sono già state assunte tre nuove figure professionali con l'intenzione di arrivare almeno a dieci unità nei prossimi mesi.

“Con i nostri nuovi prodotti, a fianco dei veicoli storici della nostra azienda – ha sottolineato Giacomo Pucci, Ceo della Giotti Victoria – siamo intenzionati a ridare un forte impulso alla nostra azienda cercando di rafforzare i nostri numeri che parlano di terzo produttore italiano di veicoli commerciali, incrementando vendite per ciò che riguarda l'Italia e sviluppando nuove realtà commerciali in tutta Europa”.

Francia e i Paesi dell'Est Europa, ad esempio, sembrano essere i nuovi punti di riferimento della Giotti Victoria che, con il Gladiator, vero cavallo di battaglia dell'azienda e il nuovo modello DFSk inesclusiva per l'Europa, hanno iniziato a far decollare il fatturato già da questi primi tre mesi dell'anno, sottolineando come alcune scelte aziendali effettuate negli ultimi tempi siano state decisamente azzeccate.

“E' stata dura riuscire a rimanere in piedi – ha spiegato Giacomo Pucci – soprattutto per circostanze che non sempre ci hanno visto responsabili direttamente ma che ci hanno comunque coinvolto. Adesso vogliamo far ripartire la nostra azienda e spingerci, con la giusta cautela, ma con rinnovata tenacia, verso i nostri mercati di riferimento. Perchè anche il territorio valdelsano può essere una spinta importante per far ripartire l'economia e dare un calcio alla crisi”. Per la Giotti Victoria le prossime settimane saranno decisive per ricollocarsi in maniera stabile nel mercato italiano e puntare la massimo, anche con nuovi investimenti, sul mercato europeo per rafforzare la leadership del Gladiator e promuovere le novità e la versatilità del nuovo modello DFSK.



Tag

Acqua alta a Venezia. Raggiunti i 109 cm

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca