Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:38 METEO:POGGIBONSI13°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Boralevi sbotta con Telese: «Lei ha il vizio di interrompere le persone, vorrei concludere»

Attualità sabato 16 agosto 2014 ore 15:12

Nuovo edificio in Piazza Arnolfo, tutto fermo

L'edicola è sempre al suo posto, la banca sembra aver rimandato l'investimento. Galgani: "Scelte della vecchia amministrazione, a me non piace"



COLLE DI VAL D'ELSA — Era stato uno dei punti interrogativi più importanti nell'ultimo giorni di campagna elettorale e adesso, a distanza di mesi, torna a far discutere. Lo spostamento dell'edicola di Piazza Arnolfo e la successiva costruzione di un edificio a fianco della rinnovata Stazione. Tematiche che già nel giugno scorso aveva fatto nascere una serie di polemiche, non tanto per le tempistiche, quanto perché un edificio in quella posizione può diventare davvero uno scempio. Il basamento della nuova edicola realizzato in fretta e furia nella Piazza di via delle Casette sembrava il preludio ad un'imminente apertura del cantiere. Ma in realtà tutto tace. Di certo c'è solo che il terreno in questione, di proprietà della Colle Promozione e di per quota parte anche dell'amministrazione comunale di Colle, era stato ceduto ad una banca del territorio per la costruzione di un immobile. Decisioni e tempistiche prese ed effettuate dalla Giunta Brogioni.

I cittadini di Colle di questa faccenda ne parlano e la nuova amministrazione comunale è stata subito interpellata sull'argomento. Anche in occasione di vari incontri pubblici il sindaco Canocchi si è trovato a dover rispondere di una delle tante cose che ha trovato quasi a sua insaputa sulla propria scrivania, ma nelle scorse ore è stato proprio l'assessore di competenza Alberto Galgani a rispondere a preciso quesito: “La zona in questione non è di proprietà del Comune, e come tutti sappiamo è stata ceduta a privati. L'operazione non è stata effettuata dall'amministrazione odierna, ci tengo a sottolinearlo. Per il resto, siamo in una fase di stallo, e in base agli eventi futuri e alle volontà varie dei soggetti, l'amministrazione prenderà le sue scelte fin dove potrà farlo. Più di questo non saprei cosa aggiungere. La mia opinione personale in quanto cittadino colligiano è avversa alla costruzione di un edificio in questa zona. La situazione comunque è quotidianamente monitorata e in caso di sviluppi la popolazione sarà informata e consultata”. Stop. Punto e a capo. Per adesso non si muovo niente. L'edicola è sempre al proprio posto e la banca non sembra intenzionata, al,meno in questo momento, a fare un investimento così sostanzioso.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

CORONAVIRUS