Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:16 METEO:POGGIBONSI20°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 25 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Funerali di Stato per Attanasio e Iacovacci: la moglie dell'ambasciatore in prima fila con le figlie

Attualità mercoledì 06 agosto 2014 ore 15:19

Piste ciclabili, il Comune cala l'asso

Il Comune pronto a partecipare con due progetti ad un bando regionale. Bussagli: "Incentivare l'uso della bici anche per gli spostamenti quotidiani"



POGGIBONSI — Ampliare la rete delle piste ciclabili, riqualificare strade e marciapiedi, intercettare finanziamenti e risorse da portare sul territorio. Tutto questo puntando sulla mobilità sostenibile. E' questo ciò che è venuto fuori da una delle ultime riunioni della Giunta Comunale di Poggibonsi dove sono state gettate le basi per progetti di ampio respiro. Il Comune partecipa, infatti, con due nuovi progetti al bando regionale per la Mobilità Ciclabile in Ambito Urbano (D.G.R. 174 del 10/03/2014), due nuovi progetti incorniciati dal Piano comunale per la mobilità ciclabile che l’Amministrazione poggibonsese ha redatto.

“Sappiamo che questa è la strada maestra per guardare avanti – ha detto il Sindaco David Bussagli - Dobbiamo essere competitivi sulla progettazione per andare ad intercettare risorse laddove sono stanziate. Ringrazio gli uffici per il lavoro svolto in maniera tempestiva”.

I due progetti riguardano la realizzazione di due percorsi ciclopedonali in Via Sangallo e in Viale Marconi. “Due progetti di valorizzazione - ha spiegato Bussagli – preziosi in chiave di mobilità ciclabile e di riqualificazione urbana. La loro realizzazione permetterebbe di implementare la rete dei percorsi presenti, di avvicinare aree della città, di riqualificare strade, marciapiedi, illuminazione”.

Il bando regionale, con percentuale massima di cofinanziamento pari all’80 per cento del costo complessivo (massimo 500mila euro), prende le mosse dal Piano Regionale Integrato Infrastrutture e Mobilità (PRIIM) che contiene gli obbiettivi e le azioni della programmazione regionale della mobilità ciclistica, in particolare di quella urbana. E quindi: incremento e “ricucitura” della rete esistente, messa in sicurezza, collegamento della rete con il sistema di trasporto pubblico, promozione di una interconnessione di rete dei percorsi extra urbani e degli itinerari ciclabili e ciclopedonali con valenza ambientale, paesaggistica e culturale e collegamenti intermodali.

Un contesto di sviluppo in cui crediamo – ha detto Bussagli – e a cui corrisponde il nostro Piano Comunale per incentivare l’utilizzo della bicicletta non solo per il tempo libero ma soprattutto per gli spostamenti casa-scuola e casa-lavoro, con elementi di interconnessione con la rete ciclabile extra urbana. Un piano che parte della situazione attuale, che vanta una rete significativa di percorsi ciclopedonali, e che guarda allo sviluppo futuro. C’è adesso da attendere gli esiti del bando. Nel frattempo andiamo avanti con la progettazione in altri settori”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità