Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:POGGIBONSI15°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
sabato 20 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Turisti feriscono due cuccioli d'orso per farsi un selfie

Attualità giovedì 11 maggio 2017 ore 17:48

​Poggibonsi è città che legge

Assessore Berti: "Qualifica che fa piacere che si lega alle ‘buone pratiche’ di promozione della lettura portate avanti"



POGGIBONSI — L’elenco, pubblicato sul sito del Centro per il libro e la lettura (istituto autonomo del Ministero dei Beni Culturali e delle Attività Culturali e del Turismo che dipende dalla Direzione Generale Biblioteche e Istituti culturali), vede Poggibonsi fra le città che leggono, cioè quelle che hanno ottenuto la qualifica in seguito alla candidatura inviata dall’amministrazione in risposta all'avviso lanciato a fine 2016 dal Centro per il libro e la lettura d’intesa con l’Anci.

“E’ una qualifica che fa piacere – dice l’assessore alla cultura Nicola Berti - che si lega alla qualità dell’attività portata avanti sul territorio. ‘Buone pratiche’ di promozione della lettura che passano dalla biblioteca, dalla collaborazione con le scuole, le associazioni e altri soggetti pubblici e privati, dall’attività fondamentale delle librerie presenti. Ringrazio tutti loro perché questo riconoscimento è frutto dell’impegno di tutti e della collaborazione presente”.

L’obiettivo del progetto nazionale era quello di individuare quei centri che garantiscono ai propri abitanti l’accesso ai libri e alla lettura – attraverso biblioteche e librerie – ospitano festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, promuovono iniziative congiunte di promozione della lettura tra biblioteche, scuole, librerie e associazioni e aderiscono a uno o più dei progetti nazionali del Centro.

“Le Amministrazioni Comunali sono state in tal modo direttamente coinvolte nell'attività di promozione della lettura – dice Berti – e la nostra Città è presente. Lo è per la presenza della biblioteca Pieraccini, sempre più luogo di formazione e di promozione della cultura, e delle due sedi distaccate presso l’ospedale e il centro commerciale. Lo è per le tre librerie presenti e attive, per la partecipazione delle scuole a progetti nazionali quali Libriamoci, per la presenza di rassegne congiunte fra biblioteca, scuole, associazioni per la promozione della cultura”. Tante infatti sono le rassegne e le iniziative che rispondono a questi obiettivi. Da “BenEssere” a “Storie in Miniatura”, a “Storie & Capriole”, alle esperienze narrative con “Nati per leggere” all’interno del festival pedagogia Lef.

“La collaborazione è continuativa e questo riconoscimento lo sancisce – chiude Berti - L'impegno nostro è a proseguire su questa strada, convinti che promuovere la lettura sia fondamentale per la crescita di tutta la comunità”. Complessivamente sono 391 i Comuni che hanno avuto questo riconoscimento, su 527 partecipanti. L'inserimento in elenco consentirà fra l’altro di partecipare ai bandi che il Centro per il libro lancerà per attribuire finanziamenti e incentivi che premino i progetti più meritevoli in base alle categorie che saranno definite.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Agricoltura in allarme per il brusco calo delle temperature che rischia di danneggiare le piante spinte alla fioritura dal caldo dei giorni scorsi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità