Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:25 METEO:POGGIBONSI18°35°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
venerdì 21 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Roma: vigilessa in divisa riceve la proposta di matrimonio a Fontana di Trevi, l'applauso dei turisti
Roma: vigilessa in divisa riceve la proposta di matrimonio a Fontana di Trevi, l'applauso dei turisti

Cultura lunedì 14 marzo 2016 ore 18:32

Musicoterapia alla scuola di musica

Aperte le iscrizioni per i corsi musicali dedicati ai disabili



POGGIBONSI — Si amplia l’offerta della Scuola Pubblica di Musica di Poggibonsi con due corsi di musicoterapia pensati per bambini, ragazzi e adulti con disabilità fisica o psichica. I corsi di educazione musicale per disabili hanno come obiettivo quello di suscitare, consolidare e mantenere comportamenti musicali ed espressivi che possano favorire la costruzione e il recupero delle competenze sociali e l’apprendimento degli elementi base del linguaggio musicale come mezzo di contatto e comunicazione.

“Un importante progetto sostenuto dalla Giunta – ha detto l’assessore alle Politiche Sociali del Comune di Poggibonsi Filomena Convertito - I nuovi corsi della Scuola di musica contribuiranno ad arricchire le forme di linguaggio importanti per l'integrazione sociale di chi è affetto da disabilità proprio per la capacità della musica di agire ed incidere laddove il linguaggio verbale non può o non può più arrivare”.

Il tutto grazie ad un gruppo di professionisti che seguiranno i ragazzi: “Il suono, al contrario – prosegue Filomena Convertito - facilita il superamento delle barriere, agendo direttamente in profondità e favorendo la riattivazione dei canali comunicativi”.
È possibile iscriversi a due corsi diversi: l’attività individuale, pensata per i soggetti con disabilità grave, e l’attività di gruppo, per persone in situazione di disabilità fisica o psichica non grave.

L’attività individuale ha come finalità quelle di stimolare l’ascolto, favorire la vocalità e il movimento. L’attività individuale prevede tecniche ed esercizi di vario tipo: imitazione di movimenti del corpo; utilizzo dello schema ritmico per stimolare risposte da parte dell’assistito; dialoghi musicali con modalità non verbali; uso di sillabe e di suoni non verbali (vocalizzazioni) per stimolare le abilità comunicative; movimenti in sequenza su canzoni; parole onomatopeiche e di azioni cantate o in cantilena insieme a movimenti appropriati per le abilità motorie, cognitive o comunicative; uso di materiali non musicali, come disegni, sciarpe, palle, per la stimolazione sensoriale e la comprensione; improvvisazione musicale. Il corso si articola in 10 incontri individuali della durata di 45’ ciascuno. Per l’attività di gruppo il programma di lavoro si articola cercando di insegnare all’allievo le operazioni utili a far musica: come tenere ed usare gli strumenti per ottenere da essi un suono ricco e soddisfacente; come andare a tempo, facendo progressi graduali ma costanti nella tenuta di interventi ritmici non coincidenti con le stereotipie soggettive; la differenza espressiva tra piano e forte, crescendo e diminuendo; la produzione del suono tramite lo sfruttamento di effetti. Se il numero di partecipanti sarà adeguato è prevista la costituzione di una piccola ”orchestra integrata” la cui attività si articolerà in 2 fasi: una prova di orchestra in cui vengono realizzati collegialmente alcuni brani; un dialogo strumentale in cui i componenti dell’orchestra si producono in prolungati interventi singoli. Il corso si articola in 10 incontri della durata di 45’ ciascuno. Info presso la Fondazione Elsa. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il 23 e 24 Giugno si torna a votare nei Comuni dove il Sindaco non è stato eletto al primo turno. Fra questi c'è anche Firenze. Tutte le sfide
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Politica

Attualità