Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:POGGIBONSI18°25°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
venerdì 19 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
«Inginocchiati o ti sparo»: il video de Il Foglio della lite al ristorante di Albino Ruberti, capo gabinetto di Gualtieri

Attualità lunedì 04 aprile 2022 ore 17:20

Radicondoli “alza la voce” sul 118

Rimasta zona scoperta l'Amministrazione torna a chiedere a gran voce il ripristino dell'automedica



RADICONDOLI — Da nord a sud, da Radda in Chianti a Abbadia San Salvatore, la Provincia di Siena è coperta in modo omogeneo dai punti di emergenza-urgenza 118.

L'unica "zona scoperta" con tempi di intervento ben superiori ai 20 minuti previsti dalla norma, è l'intero Comune di Radicondoli e parte della Montagnola Senese (nel Comune di Casole d'Elsa). 

Dal 2017, per motivi poco chiari e soprattutto poco "tecnici", l'auto medica è stata spostata da La Speranza a Colle Val d'Elsa in Loc. Le Grazie.

Malgrado i ripetuti appelli dei sindaci di Radicondoli e di Casole, la ASL "continua a disinteressarsi del problema, vitale per i nostri territori".

"Addirittura minaccia di togliere un'automedica, come se il motivo per cui a suo tempo era stata posizionata a La Speranza fosse un'indulgenza o un generoso regalo della Provvidenza - ha sbottato il sindaco Francesco Guarguaglini - facciamo proclami e grandi promesse per le aree interne della Toscana e poi togliamo servizi sanitari essenziali."

La salute è un tema molto sentito dalla cittadinanza dell'Alta Valdelsa, e su questo punto il sindaco non ci sta, e alza la voce.

"Non solo, facciamo finta che sia tutto normale: è normale che nel raggio di 5 minuti (tra Le Grazie e Campostaggia) ci siano due auto mediche h24 e che a meno di 20 minuti dalle altre due ci sia un'autombulanza medicalizzata h12 a San Gimignano? - si domanda Guarguaglini - In Valdelsa ci permettiamo queste curiose "interpretazioni della real politik".

Per l'amministrazione comunale di Radicondoli la soluzione può essere una soltanto: "riportare l'automedica di Colle al Capannino della Suvera, in una palazzina di due piani messa a disposizione dal Comune di Casole (e già comunicata alla ASL)".

Un luogo assolutamente dignitoso e soprattutto funzionale, con una copertura efficace sulla strada provinciale 541 (Gracciano - Colonna di Montarrenti) spesso "teatro" di numerosi incidenti stradali.

"Confido nella concreta solidarietà dei Sindaci valdelsani, dei Sindacati, delle Associazioni Pubblica Assistenza e Misericordia della Valdelsa, dei Partiti politici e di tutti i cittadini valdelsani - è l'appello del sindaco - ovviamente sono disponibile a dimostrare con cartina e numeri quello che vado affermando da tempo. Grazie per la pazienza di aver letto il mio appello".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Poggibonsi, San Gimignano Barberino Tavarnelle, ma notizie giungono da tutta la vallata di alberi caduti strade interrotte e assenza di corrente
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità