QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 18°32° 
Domani 18°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
sabato 17 agosto 2019

Attualità mercoledì 06 luglio 2016 ore 16:11

"Un cantiere rimesso in piedi"

L'area del cantiere riaperto

Soddisfazione da parte del sindaco Bassi per il via al cantiere della circonvallazione dopo quattro anni di stop



SAN GIMIGNANO — "Vorrei trasmettere a tutti i sangimignanesi un sentimento di gioia pura, ma dopo tante vicissitudini negative che hanno condizionato quest'opera, un po' di prudenza non guasta. Comunque, oggi i lavori sono ripartiti: non voglio essere blasfemo citando Lazzaro, ma davvero c'è voluta tanta energia e determinazione per rimettere in piedi questo cantiere": è così che il sindaco di San Gimignano Giacomo Bassi ha commentato l'avvio dei lavori alla circonvallazione esterna di San Gimignano. Cantiere che riapre dopo una serie di problematiche che lo hanno stoppato per oltre quattro anni. Dopo l’inizio dei lavori nel 2011, ad agosto 2012 la Provincia sospende i lavori per lo scadere dei termini di efficacia dell’Autorizzazione Paesaggistica. Nel corso del procedimento di rinnovo di tale Autorizzazione Paesaggistica la Soprintendenza chiede di valutare la possibilità di introdurre modifiche atte a mitigare ulteriormente l’impatto dei fronti di scavo nell’area sottostante la collina di Santa Chiara. A seguito di questa sopravvenienza, che avrebbe comportato rilevanti modifiche progettuali, la Provincia ed il Comune di San Gimignano decidono di dedurre il procedimento in sede di conferenza di servizi. Su tale procedimento si sono tenute 4 conferenze dei servizi per giungere ad acquisire ogni parere e provvedimento necessario e sufficiente per la prosecuzione dei lavori con le modifiche progettuali approvate solo nell’ultima conferenza che risale a giugno 2015.
Va ricordato che nel 2013 oltre alle problematiche relative al rinnovo delle autorizzazioni sono sopraggiunte altre evenienze: è intervenuta la richiesta di concordato preventivo da parte dell’impresa capogruppo dell’ATI aggiudicataria dei lavori con successiva cessione del ramo d’azienda, relativo anche ai lavori in oggetto, alle restanti imprese associate; è intervenuta la Sentenza TAR in data 23 dicembre 2013 che accogliendo il ricorso bloccava di fatto la prosecuzione dei lavori. Detta sentenza è stata prontamente impugnata dall’Amministrazione Provinciale e dal Comune di San Gimignano dinanzi al Consiglio di Stato, il quale ha accolto la domanda per la sospensiva della Sentenza TAR sopra citata, sbloccando di fatto i lavori in oggetto.
Nel Maggio 2015 il Consiglio di Stato si è definitivamente pronunciato in ordine alla vertenza sopra citata, accogliendo il ricorso della Provincia di Siena e del Comune di San Gimignano e riformando la sentenza TAR Toscana. Con conferenza dei servizi del 23 giugno 2015 si giunge ad acquisire ogni parere e provvedimento per la prosecuzione dei lavori con le modifiche progettuali ivi distinte. Va ricordato che Italia Nostra, in data 15 settembre, ha depositato ricorso al TAR con sospensiva per l’annullamento dell’atto conclusivo della seduta della Conferenza dei Servizi del 23/06/2015 ma il TAR, con sentenza del 26 ottobre, ha dichiarato inammissibile il ricorso.

Nel primo semestre 2016 e stato approvato il progetto, con le modifiche impartite dalla Soprintendenza ed i lavori complementari sono stati affidati alla nuova ATI che ha sottoscritto il contratto il 16 giugno.



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità