comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 15°16° 
Domani 14°26° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
martedì 26 maggio 2020
corriere tv
Le Frecce sorvolano piazza Duomo a Milano, l'abbraccio tricolore sopra la città

Attualità giovedì 26 novembre 2015 ore 15:01

Valdelsa, parte l'educativa di strada

Le quattro operatrici che copriranno tutto il territorio della Valdelsa

Il lavoro di quattro giovani volontarie per favorire l'aggregazione e stare vicino ai giovani



VALDELSA — Quattro volontari del servizio civile, divisi in 2 coppie, cinque comuni, 2 profili social. Sono i primi numeri del nuovo servizio di Educativa di strada, promosso dalla Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa che partirà ufficialmente lunedì 30 novembre.

In Valdelsa non ci sono servizi strutturati sull’adolescenza e per questo è stata promossa un’esperienza che è stata portata a termine soltanto a Staggia dal 2012 al 2014. E proprio da questo percorso positivo è nata per la Fondazione Territori Sociali Altavaldelsa la necessità di estendere il servizio anche ad altri comuni con l’obiettivo di contribuire a contrastare l’abbandono scolastico e la dispersione, oltre a favorire l’aggregazione positiva dei giovani, organizzando attività a partire dai loro bisogni e riqualificare in maniera creativa spazi pubblici in cui si registrano comportamenti a rischio.

“È molto difficile definire in poche parole la figura dell’operatore di strada, poiché il lavoro cambia a seconda del contesto e degli obiettivi – ha affermato Matteo Ceccherini coordinatore del progetto per conto della FTSA, con all’attivo numerose esperienze nel settore sul versante fiorentino – nel caso della Valdelsa è un mediatore delle culture, delle relazioni e dei conflitti. Il nostro lavoro si rivolge ai ragazzi tra i 14 ed i 18 anni ed ha l’obiettivo di favorire la progettualità giovanile, contrastando fenomeni di disoccupazione dell’età più adulta. Tutto questo lo facciamo in collaborazione con i Centri per l’Impiego, promuovendo la conoscenza di strumenti come GIovanisì e Garanzia Giovani”. La coppia che inaugurerà il servizio nei comuni di Colle di Val d’Elsa, Casole d’Elsa e Radicondoli è costituita da Claudia Malandrini classe 1989 di San Gimignano e la giovanissima Alice Pistolesi del 1994 di Poggibonsi. “Noi non aspettiamo che i ragazzi vengano da noi - hanno detto Claudia e Alice - ma andiamo da loro, li incontriamo nei luoghi di aggregazione informali come parchi, giardini, circoli ricreativi dove si ritrovano durante il pomeriggio e costruiscono la propria identità nel gruppo dei pari. Per poter interagire con loro abbiamo, inoltre, creato due profili su Facebook, uno per territorio di competenza: Operatori Di Strada PoggiSangi e Operatori Di Strada ColleRadiCa”. Andare per strada ad incontrare gli adolescenti, per cercare di costruire una relazione con loro, implica una strategia di approccio adeguata alla circostanza e naturalmente delle tecniche pertinenti. Per questo i 4 operatori valdelsani sono stati opportunamente formati. Anche le altre due ragazze Francesca Targi colligiana del 1986 e Sara Bandini certaldese classe 1988 che, invece, porteranno l’educativa di strada nei comuni di Poggibonsi e San Gimignano, hanno ben chiaro cosa fare. “L’idea – hanno detto le neo-operatrici - è di stabilire relazioni di fiducia e di ascolto per orientare gli adolescenti cittadini e lavoratori di domani stimolando nuove forme di partecipazione, formazione e cittadinanza. In questo percorso ci proponiamo di fare da tramite con gli altri servizi del territorio, come il Centro per l’Impiego”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità