Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:39 METEO:POGGIBONSI17°29°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tifosi in coro, i finlandesi cantano «Christian» e quelli danesi rispondono «Eriksen»

Attualità venerdì 14 maggio 2021 ore 14:28

Le guide turistiche "studiano" il Chianti

Hanno preso avvio da qualche giorno gli incontri tra gli operatori abilitati di Firenze e Siena e l'associazione Ars Longa



BARBERINO TAVARNELLE — Scoprire il territorio nel migliore dei modi è viverlo attraverso chi ne è parte ogni giorno. Per questo motivo l'associazione Ars Longa ha deciso di incontrare le guide turistiche abilitate di Firenze e Siena per raccontare Barberino Tavarnelle e il Chianti.

Lo scopo è quello di "insegnare" il territorio a chi poi lo dovrà raccontare ai turisti. Storia, tradizioni, arte e costumi sono le materie di studio, sia attraverso lezioni in aula che soprattutto con escursioni direttamente nei luoghi.

Altro aspetto rilevante del corso che si protrarrà fino al 10 giugno è la collaborazione tra le guide abilitate e le strutture economiche locali. Tanti i luoghi da conoscere Semifonte, Badia a Passignano, San Donato in Poggio, Sant’Appiano, Monsano, Vico d’Elsa, Barberino e Tavarnelle, l’area naturalistica di Badia, Tignano, Sambuca. Così come è fondamentale l'incontro con i prodotti, acquistare a km 0 prelibatezze alimentari o manufatti artigianali, dà beneficio all'economia della zona.

“La proposta dell’associazione è funzionale a creare e diffondere un modello di informazione di alta qualità nel settore turistico, rivolto alle guide abilitate - commenta il sindaco David Baroncelli - sono certo che i partecipanti potranno apprezzare sia il lavoro degli organizzatori sia il patrimonio culturale diffuso che contraddistingue il territorio di Barberino Tavarnelle, del resto la nostra è un’area della Toscana nota in tutto il mondo che pullula di tesori e testimonianze e che ama rivelarsi a chi coltiva l’amore per i dettagli, le piccole cose, ogni angolo del Chianti sorprende con qualche particolare suggestione, rara e insolita, che aspetta di essere catturata e di diventare memoria”.

Un modo per ripartire e per attrarre i prossimi visitatori che arriveranno in breve tempo. Una ricchezza quella del turismo che negli ultimi tempi è divenuta importante per il circuito economico territoriale.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un modo per far ripartire l'economia locale. I sindaci dell'unione comunale hanno rivisto le aliquote dell'imposta favorendo i più generosi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità