Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:POGGIBONSI14°22°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Raffaella Carrà, figurina del presepe televisivo

Cronaca venerdì 20 dicembre 2013 ore 17:52

Pubbllica Assistenza vende la vecchia sede per ultimare quella nuova

Decisione presa a malincuore dopo che la Fondazione Mps ha deciso di non finanziare più il progetto



COLLE DI VAL D'ELSA — La crisi del Monte dei Paschi di Siena e parallelamente della Fondazione ha portato gravi ripercussioni non solo al tessuto economico nazionale ma anche sul futuro di molte associazioni del territorio. Una di queste, ad esempio, la Pubblica Assistenza di Colle di Val d'Elsa, che aveva trovato accordi con la stessa Fondazione per la costruzione della nuova sede. E così, come di consueto accadeva per queste situazioni, posa della prima pietra in pompa magna con gli stati generali della Fondazione Monte dei Paschi e lavori che partono con una certa celerità. Fino alla fine delle erogazioni, dovuti alla crisi dell'ente bancario. Che fare adesso, si saranno chiesti alla Pubblica Assistenza di Colle? Lasciare la costruzione così come è, mostro di cemento e cattedrale nel deserto a fianco degli impianti sportivi de La Badia o rimboccarsi le maniche e trovare altre idee? Facile prevedere, da buoni volonari, che la risposta più gettonata sia stata la seconda, e così è notizia di queste ore che la direzione dell'associazione colligiana ha deciso di alienare la vecchia sede.

"L'interruzione dei lavori è stata causata dal venire meno del contributo della Fondazione MPS che ha visto le Associazioni impegnate nella messa a punto di un nuovo progetto di finanziamento per la conclusione dei lavori - fanno sapere in un com un comunicato stampa - . Si è così provveduto con risorse interne alle Associazioni e con l'integrazione di un piano finanziario atto a portare a termine l'intero progetto. Per le seguenti vicende e non potendo certo rinunciare a portare a termine l’opera intrapresa, le Associazioni hanno deciso di alienare la storica sede di Piazza Bartolomeo Scala. Decisione presa a malincuore, questa è la verità, ma necessaria per sopperire ai mancati contributi esterni in una situazione di congiuntura economica che rende senza dubbio più gravoso il compimento del progetto". Una decisione sofferta, ma al momento l'unica da percorrere. Chi fosse interessato all'immobile, ovviamente, si può rivolgere alla stessa Associazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A sostegno della misura sono stati stanziati 40 milioni di euro. Ecco come accedere ai contributi per l'anno educativo 2024/2025
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Attualità