Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:16 METEO:POGGIBONSI20°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 25 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Funerali di Stato per Attanasio e Iacovacci: la moglie dell'ambasciatore in prima fila con le figlie

Attualità venerdì 08 agosto 2014 ore 16:29

Canone concordato, nuove case a Staggia

L'assessore Filomena Convertito

Venti appartamenti saranno assegnati alle famiglie che hanno partecipato ad un apposito bando. L'assessore Convertito: "Ottimo strumento di sostegno"



POGGIBONSI — Importanti notizie arrivano da Poggibonsi sul fronte del canone concordato. Sono terminati infatti i lavori per i venti nuovi appartamenti di Staggia Senese che saranno assegnati nelle prossime settimane.

“La fase dei lavori si è conclusa – ha detto l’assessore alle Politiche Abitative e alle Politiche Sociali Filomena Convertito – adesso l’Amministrazione ha invitato la comunicazione agli interessati per richiedere tutta la documentazione necessaria a confermare la permanenza dei requisiti richiesti per l’assegnazione degli alloggi pubblici. I nuovi appartamenti quindi potranno essere assegnati formalmente nelle prossime settimane, al termine di questa verifica”. L’assegnazione degli alloggi in regime di canone concordato viene effettuata a seguito graduatoria stilata su apposito bando che a Poggibonsi è stato pubblicato nel 2012, secondo la normativa regionale di riferimento.

“Il canone concordato è un ulteriore strumento di sostegno ai cittadini a reddito debole su cui sono stati fatti investimenti significativi negli anni scorsi – ha dichiarato Convertito - Questi venti alloggi si aggiungono ai sedici di Bellavista consegnati nel 2010 e ad altri nove acquisiti al patrimonio del Comune di Poggibonsi e che erano stati consegnati precedentemente”.

La realizzazione dei complessivi 36 alloggi, i 16 di Bellavista e i 20 di Staggia che saranno assegnati a breve, ha avuto un costo di circa 6 milioni di euro sostenuto con contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena. I nove appartamenti (in via Pisana, in viale Marconi e nel Palagetto) erano realizzati in regime di edilizia convenzionata e quindi acquistati (con contributo della stessa Fondazione) dal Comune e entrati a far parte del patrimonio immobiliare da destinare all'affitto a canone concordato. Tutto il patrimonio immobiliare in questione è gestito da Siena Casa Spa.

Il canone concordato è uno strumento per le famiglie per accedere ad un alloggio pagando locazioni più basse di quelle di mercato, circa 4,36 euro al metro quadro. Una domanda crescente che proviene non solo dalle categorie economicamente più disagiate, ma anche da quelle fasce della popolazione che pur avendo un tenore di vita ed un reddito che si colloca immediatamente sopra quello previsto dai requisiti normativi che regolano l'Edilizia Residenziale Pubblica, non possono permettersi un alloggio in locazione sul libero mercato.

“Consegnare questi venti alloggi – ha detto l'assessore – è un bel risultato che permette di aiutare tante famiglie. Cerchiamo di tenere attivi tutti gli strumenti che abbiamo per governare l’emergenza abitativa che è una della conseguenze più preoccupanti della crisi economica”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Politica