Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:POGGIBONSI16°23°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 23 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius
Il video del matrimonio di Diletta Leotta: l'arrivo all'altare e il bacio con Loris Karius

Attualità martedì 04 agosto 2015 ore 19:34

Il sindaco chiude la scuola di Marcialla

Decisione difficile presa dal sindaco di Barberino

Non rispetta le norme antisismiche. Incertezza sul recupero dell'edificio nonostante un contributo di 500mila euro. Bambini spostati in biblioteca



BARBERINO VAL D'ELSA — Il sindaco di Barberino Val d'Elsa Giacomo Trentanovi ha chiuso temporaneamente la scuola per l’infanzia di Marcialla ritenuta non idonea ai requisiti richiesti dalla normativa vigente in materia strutturale e antisismica.

Il provvedimento, attraverso un'ordinanza contingibile ed urgente, condiviso dalla giunta dell’Unione comunale del Chianti fiorentino, è stato deliberato d'urgenza sulla base della campagna di indagini condotte su incarico del Comune di Barberino dall’ingegnere Giacomo Taliani per rispondere a specifiche ordinanze del sistema della Protezione civile.

“La sicurezza dei bambini viene prima di ogni cosa – ha commentato il sindaco Trentanovi – per questa ragione, anche se non è stato semplice decidere, a poche settimane dall’avvio della nuova stagione scolastica di procedere con la chiusura temporanea della scuola, in una situazione di urgenza ho intrapreso l'unica strada possibile che si è resa necessaria per rispondere a specifiche disposizioni; non è stato facile ma era la sola cosa giusta da fare e l'ho attuata con animo sereno perchè l'unico interesse che mi preme è quello della tutela della vita dei bambini”.

Non ci sono certezze riguardo alla riapertura, anche se il Comune conta in un finanziamento importante in arrivo. “Anche se al momento non è nota la tempistica dell'erogazione – ha sottolineato il sindaco - 550mila euro sono già stati assegnati dal governo per risistemare l’edificio”.

Nel frattempo, le istituzioni hanno comunque messo al corrente i genitori dell'accaduto, illustrando anche le soluzioni alternative per i prossimi mesi: “Per il tempo che si riterrà necessario - ha aggiunto l’assessore Marina Baretta - i bambini saranno trasferiti negli spazi della Casa della Cultura di Barberino, la biblioteca comunale recentemente ristrutturata, dove a pochi chilometri da Marcialla i piccoli troveranno spazi adeguati e funzionali al loro percorso di crescita, per le famiglie che lo richiederanno mettiamo a disposizione il servizio di trasporto scolastico ad un costo simbolico necessario alla copertura assicurativa”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno