QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 12°13° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
lunedì 11 novembre 2019

Cronaca sabato 17 maggio 2014 ore 09:44

Cinema Boccaccio, la luce in fondo al tunnel

Mario Lorini, nuovo gestore, presenta il progetto: "Cinema d'essai, nuove tecnologie e prime di grandi spettacoli in diretta satellitare"



CERTALDO — Preceduto da un sopralluogo al cantiere ancora aperto, si è svolto il primo incontro tra Mario Lorini – titolare di Grandeschermo sas di Poggibonsi, società vincitrice del bando di gestione dello spazio – e i rappresentanti di associazioni, scuole e attività economiche, per parlare della futura gestione del Cinema Teatro Boccaccio

I lavori al cinema teatro – come hanno illustrato i tecnici del Comune di Certaldo – sono alla fase delle rifiniture (controsoffitti e pavimentazioni, rivestimenti, imbiancature ecc...) e dovrebbero concludersi in estate. Il neo gestore sta quindi lavorando per definire la parte degli arredi di sua competenza, ma soprattutto per prendere contatti con il territorio.

“Dobbiamo essere consapevoli che è un momento economicamente difficile, non solo a Certaldo ma ovunque, e che il cantiere dei lavori gestito dal comune è ancora aperto. Quindi saremo chiari, non promettiamo miracoli a nessuno – ha esordito Lorini – tuttavia, se abbiamo accettato la sfida della gestione, è proprio perchè riteniamo che questo spazio e Certaldo abbiano grandi potenzialità. Il cinema teatro Boccaccio è una parte integrante del nuovo centro urbano; tutta la popolazione lo sente proprio e lo attende da anni; c'è un ricco tessuto di associazioni e di attività culturali. Tutti elementi dei quali abbiamo tenuto conto nel nostro progetto. Faremo in modo che cittadini e associazioni sentano proprio questo spazio e lo adottino”in senso figurato e reale. Il Boccaccio vivrà in un'ottica di multisala territoriale, come un tassello dell'insieme di sale e spazi teatrali che offre la Valdelsa, ma per il successo della sua rinascita il buon funzionamento dei rapporti col territorio è e rimarrà centrale”.

Entrando nel merito del progetto, Lorini ha poi illustrato brevemente alcuni capisaldi: il cinema al centro, la programmazione d'essai, l'uso della tecnologia digitale che consentirà una multiprogrammazione, la tecnologia satellitare per proiettare le prime dei grandi teatri lirici in diretta, ma anche collaborazione con le associazioni, con le attività economiche, e servizi innovativi pensati per famiglie e bambini.

Facendo poi un salto nel tempo, Lorini ha ricordato le ragioni, anche biografiche, del proprio impegno: “Sono legato a Certaldo perchè mio padre ha insegnato a lungo qui educazione artistica e per i rapporti con la famiglia Carraresi. Quando il cinema stava per chiudere mi adoperai per favorire un interessamento del Comune alla struttura, come poi è avvenuto. Il cantiere ha purtroppo avuto difficoltà a causa della crisi e delle difficoltà delle imprese che vi dovevano lavorare. Ora però che i lavori volgono al termine sono di nuovo qua, ci siamo proposti per la gestione, per questa nuova sfida. Per vincerla sarà importante il contributo attivo di tutti voi!”.



Tag

I funerali di Fred Bongusto, lungo applauso per l'ultimo saluto all'artista giramondo

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca