Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:20 METEO:POGGIBONSI10°13°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
martedì 27 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Mattarella rende omaggio alla Marina sulla nave fregata Bergamini a Cipro

Attualità giovedì 27 novembre 2014 ore 10:40

Collegi e Periti contro il Pit di Rossi

Tavolo dei relatori al Teatro del Popolo di Colle

Convegno a Colle sulle tematiche del nuovo piano, coro unanime: "Non siamo stati coinvolti, 3500 pagine di difficile lettura"



COLLE DI VAL D'ELSA — Sala gremita al Teatro del Popolo di Colle di Val d'Elsa per il convegno “Il Piano paesaggistico regionale e le politiche di governo del territorio”, organizzato dagli architetti, dai geometri, dai periti industriali e dagli agronomi della provincia senese che si sono fin da subito detti contrari al Pit voluto dalla Regione Toscana. Per gli Ordini e i Collegi coinvolti l’applicazione di questo Piano rischierebbe di congelare e far diventare un museo un territorio che non ne ha certo bisogno senza invece individuare le misure necessarie a far sì che sempre migliori regole di rispetto e di difesa del territorio facciano pervenire alle future generazioni tale patrimonio, attraverso la salvaguardia di quelle attività agricole, socio-economiche ed artigianali in grado di renderlo vivo e dinamico. Questo in sintesi quello che è emerso dal convegno che ha visto esperti descrivere dettagliatamente i contenuti del Pit. Sul palco erano presenti i presidenti degli Ordini e Collegi organizzatori dell’evento che durante i loro interventi hanno manifestato le proprie perplessità, le stesse che hanno portato, nelle scorse settimane, l’Ordine degli architetti, il Collegio dei geometri ed il Collegio dei periti industriali di Siena a presentare ricorso al Tar contro il Pit della Regione. Per i professionisti non c’è stata partecipazione e comunicazione a monte dell’adozione del Piano.

“Il nostro ricorso al Tar – ha detto Alessandro Ceccherini, presidente dell’Ordine degli architetti Ppc – è arrivato dopo un lungo studio del Pit che non ci convince, nonostante interessi pure a noi la tutela del territorio. Vorrei dire che noi non siamo per la cementificazione del territorio. Quello che contestiamo è come siamo arrivati alla redazione del Piano. Una categoria come quella degli architetti, competente sulla materia, è stata ignorata nonostante ci fossimo fatti avanti a livello regionale”. Il Collegio dei geometri senese ha puntato poi il dito contro la difficile lettura del Pit. “Dobbiamo interagire – ha spiegato Massimiliano Pettorali, presidente del Collegio – con uno strumento farraginoso, lungo 3500 pagine, che a sua volta andrà a condizionare gli strumenti urbanistici provinciali e comunali. Già il settore delle costruzioni e dell’edilizia è difficile da far smuovere, se poi si aumentano la burocrazia e le limitazioni si rischia di compromettere l’economia del nostro paesaggio”.

“Nel tavolo della trattativa, dove si decide cosa fare nei nostri territori, manca da sempre – ha sottolineato invece Massimo Soldati, presidente del Collegio dei periti industriali senesi - la quarta gamba, ovvero quella delle professioni. È chiara l’intenzione della Regione: tornare indietro per preservare un territorio, ma se questo è arrivato ad oggi così bello è perché esso ha interagito anche con lo sviluppo economico”. Monica Coletta ha preso invece la parola rappresentando il punto di vista degli agronomi senesi. “Nel Pit – ha detto la presidente dell’Ordine dei dottori agronomi e forestali di Siena - ci sono richiami ad un’agricoltura tradizionale non meglio definita ma è con le buone pratiche e con aziende vitali che si mantiene il territorio ed il paesaggio”. Al convegno, patrocinato dal Comune di Colle, ha portato i suoi saluti anche il presidente nazionale dei periti industriali Giampiero Giovannetti che ha esortato la politica a mantenere solo due livelli di controllo: non è possibile che a strumenti come il Pit debbano poi essere aggiunte le previsioni provinciali e comunali e, con questa anche i regolamenti urbanistici ed i regolamenti edilizi


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Junior Team di cuochi in trionfo ai Campionati della Cucina Italiana, conquistato l'oro nella categoria "Cucina calda a squadre"
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità