Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:50 METEO:POGGIBONSI10°13°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
lunedì 12 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Protesta ristoratori, Polizia e manifestanti si rimpallano le bombe carta

Imprese & Professioni domenica 28 febbraio 2021 ore 13:45

​Covid: Toscana ancora arancione ma Pistoia e Siena si tingono di rosso

Marzo si apre con poche novità per la Toscana, che è stata confermata regione arancione e dunque è riuscita a salvarsi dalle restrizioni più severe previste per le zone rosse



TOSCANA — Negli ultimi giorni regnava l’incertezza, in quanto la situazione in Toscana non si può considerare delle migliori né per quanto riguarda il numero dei contagi né per l’indice di ospedalizzazione. La regione figura tra le peggiori d’Italia ed il rischio di entrare in zona rossa era evidente per molti. La conferma ufficiale però è ormai arrivata e la Toscana si conferma ancora una volta arancione. Non sarà così per tutto il territorio però, perché il Presidente di Regione Eugenio Giani ha firmato due ordinanze per disporre provvedimenti restrittivi nelle province di Pistoia e Siena, che con oggi sono diventate rosse e lo rimarranno almeno per una settimana.

Siena e Pistoia si colorano di rosso

Tutti i comuni delle province di Siena e Pistoia si sono dunque tinti di rosso a partire da oggi e le restrizioni rimarranno in vigore almeno fino a domenica 7 marzo compresa. Come sempre, la popolazione si divide tra favorevoli a contrari a queste misure di contenimento del contagio, che dovrebbero però portare ad un miglioramento della situazione.

La Toscana purtroppo non figura tra le regioni meno a rischio d’Italia, anzi: nell’ultima settimana il numero dei contagi è aumentato in modo significativo al punto tale che non si poteva escludere la possibilità di diventare zona rossa. Ciò non è accaduto però: la regione si è confermata ancora una volta arancione ad eccezione delle province di Siena e Pistoia in cui la situazione appare nettamente più grave.

Scuole chiuse in zona arancione fino al 6 marzo

Questa settimana cambieranno molte cose per le province di Siena e di Pistoia, che diventando rosse dovranno fare i conti con restrizioni più severe. Anche le scuole rimarranno chiuse, almeno fino al 6 marzo quando si potrà fare il bilancio della situazione e capire se sarà possibile riaprire o meno. Se il materiale si riesce ad acquistare online dove ormai si trovano penne, correttori ed evidenziatori per l’ufficio e la scuola con facilità, non sono certo pochi i problemi per le famiglie. Nonostante la diffusione dello smart working sono infatti ancora molti i genitori che lavorano e che devono trovare qualcuno che possa accudire i figli mentre sono fuori casa. Per il momento, si tratta di una settimana ma quello che accadrà dopo rimane un’incognita.

Prosegue lo smart working ed è ancora boom di shopping online

Nonostante l’indice dei contagi, la Toscana è una delle regioni italiane più virtuose per quanto riguarda l’adozione di misure alternative per contenere il contagio. Basti pensare che sono ancora moltissimi i dipendenti che lavorano in smart working e che si sono organizzati ormai al meglio per portare avanti le proprie mansioni da casa. Anche lo shopping ormai si fa online in gran parte della Toscana, perché bisogna ammetterlo: in diversi hanno paura ad uscire e preferiscono evitare i luoghi pubblici. Tutto ciò però si ripercuote, inevitabilmente, sull’economica locale che ne pagherà le conseguenze anche in futuro.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'artista prende la parola sull'opera controversa, spiegandone il significato e il messaggio
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità