QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 10°10° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
mercoledì 13 novembre 2019

Attualità sabato 08 luglio 2017 ore 09:46

​Tre idee giovani per lanciare la startup house

Dal 1 settembre aperta ed operativa, disponibile ancora un posto per imprese e le 10 postazioni di coworking prenotabili sia a giornate che ad ore



CERTALDO — Tre idee imprenditoriali ricevute, ma tutte e tre di grande qualità tanto da meritarsi il primo premio ex-aequo. Si è concluso così il contest organizzato da Teamwork Valdelsa che ha ufficialmente inaugurato la start up house, tre attività che dal primo di settembre apriranno i battenti in via XX Settembre 18 a Certaldo.

Ma se il premio è stato ex aequo per la ricompensa (ovvero sei mesi di gratuità nella start up house, contabilità gratuita offerta da CNA Empolese Valdelsa, inserimento all’interno del progetto “BESPOKE” con possibilità di analisi di fattibilità e consulenze sull’idea progettuale offerto da Confesercenti Firenze), la giuria presieduta dall'assessore regionale Stefano Ciuoffo, non ha rinunciato a stilare una classifica per premiare originalità e creatività e fattibilità del progetto di impresa.

Emozioni a km 0 di Maria Piredda, Agente di viaggi (consulente per viaggiare) di origine sarda e residente a Castelfiorentino 32 anni è stata la prima classificata, con un progetto di creazione e valorizzazione di offerte e proposte di turismo emozionale.

Narrazioni Urbane, ovvero la Associazione di promozione sociale Narrazioni Urbane ( Michela Fiaschi, architetto, certaldese, 30 anni; Caterina Fusi, Architetto, 37 anni, Firenze; Diego Cariani, ricercatore sociale, 34 anni di Firenze) che propone di creare un’impresa, che svolga interventi nel campo dell’analisi delle realtà territoriali e sociali, promuovere e gestire processi di partecipazione, collaborazione, ecc è stata la seconda classificata.

Delivery geolocalizzata di Luca Veneruso (Gambassi terme, 29 anni, titolare di una pizzeria) e Daniele Lari (Certaldo, psicologo del lavoro), per la creazione di una rete geolocalizzata da utilizzarsi nelle consegne a domicilio (delivery) di qualsiasi tipo di prodotto, e consentire alle attività di commercio locali di orsi sul mercato come alternativa a colossi come Amazon abbattendo il costo delle consegne è stata la terza classificata.

La giuria – presieduta da Stefano Ciuoffo, Assessore Regionale alle Attività Produttive, e composta da Nico Gronchi, Presidente Confesercenti Toscana e Comfidi; Paolo Regini, Presidente della Banca di Cambiano e di Alia; Fabrizio Donzelli, CNA; Bernard Dika, Presidente del Parlamento degli Studenti della Regione Toscana – ha ascoltato e accolto con soddisfazione le 3 idee imprenditoriali da parte dei proponenti. I candidati si sono mostrati tutti molto motivati e consapevoli sia delle opportunità che delle difficoltà che si troveranno di fronte per realizzare il proprio progetto.

Si ricorda che rimane ancora disponibile uno spazio per attività di impresa e che saranno sempre prenotabili sia aggiornati che adori le 10 postazioni di working con i servizi annessi.



Tag

Depistaggi Cucchi, parte civile su astensione giudice: «Questione di opportunità»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità