Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:08 METEO:POGGIBONSI11°20°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità giovedì 16 ottobre 2014 ore 17:26

Geotermia: referendum a Casole

Il 29 e 30 consultazioni popolari per lo sviluppo industriale geotermico. Lettera del sindaco Pii a Rossi per un consiglio comunale aperto



CASOLE D'ELSA — p { margin-bottom: 0.25cm; line-height: 120%; }a:link { }

Indizione di consultazione popolare in merito ai progetti per lo sfruttamento industriale della risorsa geotermica: in parole povere un vero e proprio referendum cittadino per capire quanti sono i favorevoli e i contrari allo sviluppo industriale della geotermia.

Eì ciò che è stato approvato dal Consiglio Comunale e ciò che verrà fatto il prossimo 29 e 30 novembre, secondo quanto annunciato dal sindaco di Casole Piero Pii in una lettera indirizzata al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Sono ormai più di tre anni che il territorio di Casole è interessato dal progetto di ricerca geotermica della Società Magma Energy. Un progetto di ricerca che riguarda anche i Comuni di Castelnuovo Val di Cecina, Colle Val dElsa, Radicondoli, San Gimignano e Volterra. “Il Comune di Casole ha fin dall’inizio affermato la propria contrarietà al progetto di ricerca industriale - ha fatto sapere Piero Pii - ritenendolo in netto contrasto con la strategia di sviluppo sostenibile perseguita da anni che ha portato Casole ad un elevato standard qualitativo. Per il Consiglio Comunale, che ha ripetutamente espresso la propria contrarietà ad ogni di progetto di sfruttamento industriale dell’energia geotermica, occorre che immediatamente la Regione Toscana blocchi il progetto di ricerca di Magma Energy eliminando la situazione di tensione di tanti imprenditori già presenti a Casole evitando anche che dal nostro territorio si allontanino coloro che invece sono interessati a nuovi investimenti nei settori strategici dell’agricoltura e del turismo”. Potranmno prendere parte al referendum i residenti nel comune di Casole d’Elsa, comunitari ed extracomunitari, che abbiano compiuto i 16 anni di età entro il 31 dicembre 2014, tutti coloro, italiani e stranieri, che abbiano proprietà immobiliari nel Comune di Casole d’Elsa che ne facciano richiesta entro il giorno 10 novembre 2014, i titolari di attività nel Comune di Casole d’Elsa che ne facciano richiesta entro il giorno 10 novembre 2014. Il voto potrà essere espresso anche in maniera telematica.

“Con questa consultazione dunque tutti coloro che ne hanno titolo potranno esprimere la loro opinione e la Giunta Comunale chiede con forza che istituzioni democratiche come la Regione Toscana tengano conto di questa volontà, qualunque essa sia”, ribadisce con forza il sindaco. Non solo: nella lettera inviata al presidente della Regione Toscana, Piero Pii ha invitato proprio lo stesso Rossi a presentarsi a Casole nei prossimi giorni in un consiglio comunale aperto per approfondire ancora di più la questione, visto che il Governatore toscano era stato protagonista nella scorsa campagna elettorale del Pd proprio di un incontro pubblico che aveva toccato questi temi. Vedremo nei prossimi giorni se Enrico Rossi risponderà all'invito.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un balzo di 20 casi in più rispetto a ieri. Poggibonsi e Colle in doppia cifra: rispettivamente 14 e 16 positivi
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità