Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:POGGIBONSI14°23°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 30 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Raffaella Carrà, figurina del presepe televisivo

Politica lunedì 13 aprile 2015 ore 08:55

Martinucci-Lanfredini: "Bussagli si dimetta"

Gianni Martinucci

Danno erariale: all'epoca dei fatti i due esponenti erano in consiglio. "Avevamo sollevato perplessità, ma come sempre non ci hanno ascoltato"



POGGIBONSI — Sull'accusa di danno erariale nei confronti di ben 22 persone tra sindaci, assessori, consiglieri e dirigenti del Comune di Poggibonsi l'attuale primo cittadino poggibonsese David Bussagli, all'epoca dei fatti in consiglio comunale, si è detto tranquillo, ma sulla vicenda hanno voluto fornire la propria versione Gianni Martinucci Portavoce Provinciale FDI-AN di Siena, e Lapo Lanfredini dirigente provinciale, che nel 2012 sedevano in consiglio comunale, come consiglieri di opposizione.

“Quando venne discussa la delibera in oggetto, avevamo esternato in maniera chiara le nostra perplessità, rispetto ad un esproprio di un terreno con un valore che ci sembrava sproporzionato. Avevamo anche chiesto, ma non ascoltati – fanno sapere i due esponenti politici - di avere ulteriori informazioni, prima di prendere una decisione così importante per la nostra città. Ovviamente la maggioranza era convinta di essere nel giusto, utilizzando quella prosopopea cara alla sinistra, data dal fatto di governare da decenni, di avere sempre la verità assoluta”. La vicenda riguarda infatti l'esproprio di un terreno per oltre un milione di euro, con la Guardia di Finanza che sembra aver valutato la stessa superficie poco più di 20mila euro. E' per questo che Martinucci e Lanfredini non usano mezzi termini: “Nonostante la Guardia di Finanza stesse investigando da tempo sulla vicenda, i cittadini non erano a conoscenza della questione, risvegliandosi una mattina con una notizia, che li ha lasciati stupiti e esterrefatti. Non è piacevole leggere sulla stampa i nomi di molti personaggi politici della città, che da anni amministrano il nostro Comune, indagati con un capo d’accusa rilevante. E’ naturale che aspettiamo che la magistratura faccia il suo percorso per appurare, se veramente i reati contestati siano veritieri”.

Quello che Martinucci e Lanfredini si augurano è anche che i tempi della stessa giustizia non siano biblici, oltre ad esprimere vicinanza dei confronti degli indagati ma “se venisse confermato l’impianto accusatorio, non possiamo esimerci come forza politica presente nella città, dal chiedere per le persone coinvolte, molte di loro presenti anche adesso nel consesso comunale, le loro dimissioni. Non sarebbero più credibili nell’amministrare una struttura importante come il nostro Comune”.

I due rappresentanti politici di FDI-AN, Martinucci e Lanfredini chiedono dunque le dimissioni per rispetto alla cittadinanza, ed alla città di Poggibonsi, anche se lo stesso Bussagli ha detto di sentirsi tranquillo e che gli attori di questa vicenda hanno tutti agito nell'interesse della città. “Ma è chiaro che se arrivassero delle condanne, dovrebbe dare per primo l’esempio”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A sostegno della misura sono stati stanziati 40 milioni di euro. Ecco come accedere ai contributi per l'anno educativo 2024/2025
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Lavoro

Attualità