QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 12°21° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 17 ottobre 2019

Attualità venerdì 27 febbraio 2015 ore 17:15

Mercatone Uno, Pd in prima linea

"Monitoraggio continuo, parlamentari già allertati". Il Movimento 5 Stelle punta il dito sulle scelte del Comune colligiano



COLLE DI VAL D'ELSA — Se per altri è stato un vero e proprio fulmine e ciel sereno, per l'indotto locale la notizia della possibile chisura del Mercatone Uno di Colle non ha lasciato poi così spiazzati. Una situazione che, stando a sentire anche coloro che lavorano all'interno, già da tempo aveva qualcosa di poco chiaro, nonostante gli investimenti fatti qualche mese fa sulla ristrutturazione all'interno e all'esterno dello stesso punto vendita colligianao. Dopo l'incontro dei sindacati di ieri con alcuni esponenti della Regione, è stata la volta del Pd locale esprimere la propria posizione tra mite il segretario senese Niccolò Guicciardini : “Solidarietà ai lavoratori e continuo monitoraggio della situazione”. Ad essere a rischio, secondo le prime stime, tra assunzioni dirette e indotto locale, un centinaio di posti di lavoro: “Siamo consapevoli – fa sapere il Partito Democratico – della difficile situazione che attraversano i lavoratori in questo momento e siamo molto preoccupati per il futuro. Servono strategie aziendali precise. Mi auguro che, dopo la domanda di apertura di un tavolo permanente al Ministero dello sviluppo economico da parte della Regione, ci sia un’apertura da parte dei vertici dell'azienda e una disponibilità affinchè si trovi una soluzione che garantisca lavoratori e famiglie. Come Partito Democratico siamo al fianco dei lavoratori e ci adopereremo, nelle sede istituzionali e non, affinchè sia predisposto un piano strategico per il futuro. La situazione dell’azienda è particolarmente delicata, ma è necessario in questa fase pensare alla tutela di dipendenti diretti e indotto. I nostri parlamentari sono già attivi nel seguire la vicenda”. Una vicenda, dunque, che dai tavoli regionali si sposterà adesso su quelli della Capitale, anche se la preoccupazione inizia ad essere tanta. Anche perché, in situazioni di emergenza come questa, difficile continuare a incrementare guadagni e vendite per la fiducia persa nei confronti del cliente, fidelizzato e non. Il futuro del Mercatone Uno di Colle apre comunque discussioni più ampie su scelte politiche e strategiche messe in atto dalle istituzioni locali negli anni scorsi. Il portavoce in consiglio comunale di Colle del Movimento 5 Stelle Roberto Galgani, affida al proprio profilo Facebook il proprio sdegno: “Devo purtroppo rilevare e constatare che l'attuale amministrazione di Colle è totalmente spostata ed interessata a sviluppare un tipo di grande distribuzione che sta ormai chiudendo il suo ciclo storico, dopo aver usato e sbriciolato la socialità e la vita di molti importanti centri storici italiani. Detto ciò, spero che le attività esistenti (Mercatone Uno e altre nella zona di Belvedere) continuino a vivere e a dare lavoro alle molte famiglie colligiane, alle quali va tutta la mia solidarietà e speranza. Ma esorto l'amministrazione a ripensare la sua linea di sviluppo economico per la città”.



Tag

Migranti, naufragio a Lampedusa: i corpi ritrovati tra robot e lacrime

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità