Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:50 METEO:POGGIBONSI20°38°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
lunedì 22 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»
Pescatore recupera in mare il bagaglio smarrito dalla compagnia navale in crociera, lei disperata: «È tutto rovinato dall'acqua salata»

Politica venerdì 09 dicembre 2022 ore 12:07

Azione torna sulla questione rifiuti e disagi

Continua a tenere banco la rivoluzione portata avanti da SeiToscana con tanti problemi soprattutto nel fine settimana



POGGIBONSI — Continua a far discutere la rivoluzione del servizio di raccolta della nettezza urbana a Poggibonsi. Da qualche settimana è partito il nuovo sistema di conferimento e raccolta differenziata; Azione propone alcune riflessioni sull’argomento. 

Il referente locale Riccardo Clemente spiega “Siamo in una fase di transizione che deve prevedere un adeguamento del numero dei bidoni e della frequenza dei ritiri ai bisogni dei cittadini e non viceversa. Siamo in una fase di transizione che deve prevedere un adeguamento del numero dei bidoni e della frequenza dei ritiri ai bisogni dei cittadini e non viceversa”.

Il numero e la dimensione dei bidoni vanno rivisti perché sono spesso pochi e sottodimensionati. Il principale problema è che, in questo. Modo, risultano spesso pieni, soprattutto nei week end, e la gente è costretta a girare per le strade in cerca di un cassonetto vuoto o, peggio, abbandonare il sacco a terra vicino ai bidoni. Anche il porta a porta deve essere rivisto, per gli orari e per i condomini. Gli orari di ritiro comportano spesso l'abbandono in strada dei mastelli per molte ore. I condomini si sono visti spesso recapitare bidoni di piccole dimensioni negli spazi condominiali, senza avvertimento e senza una verifica puntuale della disponibilità di spazi, illustrano dal partito di Calenda.

Più in generale, l'Amministrazione e Sei Toscana non hanno spiegato chiaramente quale sia l'impatto della maggior raccolta differenziata sull'attività del termovalorizzatore dei Fosci. Una domanda che Clemente si pone è quella su come funzionerà l'impianto se  il numero dei rifiuti indifferenziati si ridurrà nei prossimi anni.

L'invito di Azione nei confronti dell'Amministrazione a continuare l'attività di informazione e sensibilizzazione dei cittadini perché tra la gente sono molti ancora i dubbi su come differenziare, su dove portare i propri rifiuti e su quali saranno i benefici ambientali ed economici per i residenti. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno