QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 9° 
Domani 9° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
martedì 10 dicembre 2019

Politica mercoledì 15 giugno 2016 ore 10:06

Poggio Imperiale, diatriba politica

La lista civica critica l'investimento sulla zona archeologica, il Pd ribatte: "Mancanza di argomenti"



POGGIBONSI — “La mancanza di argomenti fa fare dei plateali scivoloni. E’ successo ancora una volta alla lista civica che, sempre presa da quell’affanno ad inseguire e a rincorrere, adesso sostiene che l’investimento in Fortezza è un investimento sbagliato”.

Così il capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Comunale a Poggibonsi, Mauro Burresi, dopo le critiche e le relative interrogazioni in consiglio che proporrà nei prossimi giorni la lista civica Insieme Poggibonsi:  “Viene da chiedersi se ci sono mai stati in Fortezza o se conoscono qualcuno che c’è stato. Domenica scorsa la piazza d’Armi era popolata di centinaia di persone per l’evento della Pro Loco. Migliaia sono gli studenti e le scuole da tutta Italia che sono venuti in gita all’Archeodromo, un caso di studio a livello nazionale, i flussi turistici negli ultimi due anni sono aumentati del 16 per cento. Tante e diverse saranno le motivazioni, ne siamo consapevoli, ma fra queste ci sono sicuramente anche certe scelte fatte e portate avanti e questo dovrebbe essere noto a chi ha già una lunga storia politica alla spalle. I recuperi delle Fortezze, gli Archeodromi così come le piste ciclabili o le nuove scuole non nascono sugli alberi ma sono frutto di capacità progettuale e di impegno per perseguire gli obiettivi. Aspetto forse ignoto a chi mutua progetti e interi programmi altrove”.

“Poggibonsi – prosegue Burresi - si è resa protagonista negli anni di un lungo e impegnativo percorso di recupero e di riappropriazione di luoghi della storia, della memoria. Fa un immenso piacere toccare con mano il grande attaccamento della comunità verso questi progetti, un attaccamento sempre più grande e che è ed è sempre stato fondamentale. Sappiamo che la città ci crede, crede in questi luoghi come luoghi di vita e di relazione. Crede in questi luoghi come fonte di sviluppo”.

“In questo percorso abbiamo visto, se pur tardivamente, anche la grande attenzione di chi sta all’opposizione e guarda al lavoro portato avanti dalla maggioranza e dall’amministrazione. Evidentemente con malcelata stima. Alla fine parliamo del recupero di un bene pubblico, la Fortezza, su cui l’attuale capogruppo della lista civica a suo tempo aveva votato no. Cambiando poi idea perché, a cose fatte, son bravi tutti. Ma va bene così. Poi d’improvviso, lo scivolone. Per via che cresce l’erba o che si rilevano certi affossamenti nel terreno su cui chi è competente ha già detto e dirà, si sostiene che mette in discussione l’investimento sulla Fortezza. Sarà la mancanza di argomenti, sarà che il lupo perde il pelo ma non il vizio, ma bene è mancare la differenza. Per noi questo è un investimento importante come importante è il lavoro che quotidianamente e collettivamente viene portato avanti su Poggio Imperiale. Sarebbe bello lasciare da parte gli schieramenti e volere davvero bene a questo prezioso luogo che ci rende tutti orgogliosi”.



Morto Vannoni, quando difendeva il «metodo stamina»

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità