Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:15 METEO:POGGIBONSI13°28°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
sabato 15 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
I capocannonieri della storia degli Europei - Il primato di CR7 e la classifica dei migliori marcatori azzurri

Attualità martedì 17 novembre 2020 ore 11:11

Tutti in fila per le scarpe anche in Valdelsa

Ieri mattina davanti al punto vendita a Poggibonsi di una nota catena tedesca di supermercati, tanta ragazzi in attesa



POGGIBONSI — Nella mattina di ieri una fila di persone, prevalentemente giovani, si è formata all'ingresso di un noto supermercato di Poggibonsi, la famosa catena tedesca che è balzata agli onori della cronaca per la moda delle scarpe.

Da un po' di tempo in tutta Europa è esplosa questa moda tra i ragazzi di possedere le famose calzature a tre colori della multinazionale tedesca, uno status symbol che ha creato una corsa all'accaparramento nei supermercati.

Ieri queste famose scarpe sono entrate in commercio anche in Italia e nel giro di poche ore nonostante il lockdown e i divieti di assembramento, sono esaurite.

Un fenomeno difficile da comprendere, molte di queste vengono rivendute su internet e la cosa stupefacente è il prezzo che possono raggiungere, ci sono persone disposte a pagare importi a tre cifre, il record pare sia stato 2700euro per un paio, non dimenticando che il prezzo di commercio è di poco superiore ai 10 euro.

Lo stesso è accaduto a Poggibonsi dove i “preziosi” oggetti sono terminati nel giro di un'ora e i molti che si sono recati a caccia del tesoro, si sono dovuti accontentare degli altri capi di vestiario presenti, anch'essi con il marchio della catena commerciale: calzini, ciabatte e magliette.

Una passione collettiva che si è diffusa rapidamente, che per un attimo ha fatto dimenticare l'attuale situazione sanitaria.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli operai in stato di bisogno venivano fatti lavorare in stato di sfruttamento, anche con vitto e alloggio in strutture fatiscenti
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità