comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:34 METEO:POGGIBONSI11°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
mercoledì 20 gennaio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, Lady Gaga canta l'inno americano accompagnata dalla banda dei Marine

Cultura martedì 01 novembre 2016 ore 15:03

Un libro per i bambini di Amatrice

Daniela Lotti ha scritto un libro per i bambini del terremoto. Tutto ha inizio la mattina del 24 Agosto con la notizia del terremoto ad Amatrice.



COLLE DI VAL D'ELSA — Daniela Lotti è l'autrice del libro “L'Orologio e l'Incantesimo del Tempo” che sarà presentato il prossimo 27 Novembre presso L'Incontro Centro Diurno per anziani in viale dei Mille a Colle di Val d'Elsa.

Il progetto è supportato dall'Associazione Culturale Mino Maccari di Colle di Val d'Elsa. 

Un libro per grandi e piccini che include la poesia “L'Orologio”, ed avrà come scopo quello di raccogliere fondi da dare in beneficenza al comune di Amatrice per tutto ciò di cui hanno bisogno i bambini, dalla ricostruzione della scuola al materiale didattico."Tutto è iniziato la mattina del 24 Agosto quando abbiamo visto alla tv macerie, morti e poi lui... l'orologio della torre- ha raccontato l'autrice -  Quella foto, quell'immagine delle lancette ferme, immobili alle 3,36 ora del sisma, hanno lasciato un segno indelebile nella mia memoria, tatuandomi l'anima.

Nei giorni seguenti ancora quell'immagine che mi rimbalzava irruenta e categorica nella mente. Ad un tratto, ho preso la penna ed ho scritto, nero su bianco, quelle che erano le mie emozioni e le mie sensazioni".

E' nata così la prima poesia “L'Orologio”, ed è stato a quel punto che i pensieri di Daniela Lotti hanno iniziato a girare, come un tempo giravano le lancette del campanile.

"In un pomeriggio le parole hanno iniziato ad uscire dalla tastiera del computer. Non riuscivo a fermarle, non riuscivo ad arrestare la loro corsa. Un fiume in piena che voleva trovare la via di fuga. All'inizio non aveva un titolo, né una fine, ma era nata e questa era la cosa che contava. La prima persona a cui ho fatto leggere la bozza, così come mi era venuta, senza una rilettura e senza una correzione, è arrivata tutta d'un fiato in fondo.

Poi, con il passare dei giorni, ha preso forma, si è amalgamata, le parole, come in un puzzle, hanno trovato il loro giusto incastro. E' nata la fine e poi ancora un nuovo inizio ed un'altra fine perché così com'era non mi piaceva. E poi finalmente è nata la fiaba: “L'Orologio e l'Incantesimo del Tempo”. 

Una fiaba che in un certo senso, a detta della stessa autrice, può considerarsi a lieto fine, dolce e amara allo stesso tempo. Nella fantasia si può osare, rischiare, capovolgere eventi, credere e sperare. "Accompagnerò il lettore - ha concluso Daniela Lotti - parola dopo parola, alla scoperta di un mondo fantastico, in bilico sottile tra una realtà tagliente e la fantasia, che fa da inaspettato cicatrizzante. E' la storia di Speranza, una bimba che riesce con il suo coraggio, dedizione e costanza a trasformare un dramma in appunto, una “Speranza” di vita, di continuità. Ci sono tanti personaggi, ma soprattutto c'è lui, “Doroty”, l'orologio del campanile. Sarà lui ad aiutare la nostra protagonista nel momento in cui ne avrà più bisogno. L'obiettivo principale resta, comunque, quello di far ricordare, per non dimenticare. Ricordare l'aiuto dei tantissimi volontari, uomini e non... sì perché insieme a loro ci sono stati anche tantissimi cani soccorritori (quelli che io chiamo “Angeli” nel mio libro), che grazie al loro preziosissimo intervento sono riusciti ad aiutare tantissime persone e animali."



Tag
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità

Attualità