QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 12°21° 
Domani 11°21° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 17 ottobre 2019

Politica lunedì 28 luglio 2014 ore 06:05

Progetto Co2, in Consiglio le strategie del Comune

Seduta fiume tra mozioni e presentazioni: dai rapporti con l'Università di Bologna fino ad un probabile documento congiunto Pd-M5S



CERTALDO — Nelle ultime due sedute fiume del Consiglio Comunale di Certaldo, una convocazione speciale è stata destinata alla tematica del progetto di estrazione della Co2.

Il sindaco Giacomo Cucini ha aperto questa interessante appendice del Consiglio, illustrando il lavoro che il Comune di Certaldo sta facendo per formulare il proprio parere di competenza alla Regione Toscana in merito alla richiesta di realizzazione di pozzi esplorativi per la ricerca di gas CO2 formulata dalla azienda Lifenergy. Una strategia concreta e condivisa con i sindaci dei Comuni limitrofi, vale a dire Barberino Val d'Elsa e San Gimignano, che già da tempo è arrivata sulle scrivanie della Regione Toscana e che sottolinea chiaramente quali sono le intenzioni degli amministratori locali.

Il sindaco ha anche parlato dei rapporti con l’Università di Bologna che è stata incaricata di un lavoro di ricerca e approfondimento proprio per fornire un supporto all’Amministrazione comunale sulla tematica della CO2.

Successivamente si è esaminato la richiesta di ritiro di alcune querele della precedente Giunta nei confronti di alcuni cittadini per fatti legati al progetto San Paolo di estrazione CO2: mozione, questa, presentata dal consigliere Ciampolini del gruppo Forza Italia, respinta con i voti contrari della maggioranza e i voti a favore delle opposizioni.

Ritirata invece, da parte del Movimento 5 Stelle, senza metterla in voto, la richiesta di revoca della convenzione di ricerca con l'Università di Bologna, ampiamente spiegato in precedenza dalla stesso sindaco Cucini per la valenza non solo del progetto quanto dei documenti prodotti che potranno essere determinanti ai fini della decisione della Regione Toscana.

Approvata poi all’unanimità, accogliendo un emendamento del Partito Democratico, la richiesta di coordinamento delle amministrazioni interessate al progetto San Paolo di estrazione CO2 e parere concertato in sede di valutazione di impatto ambientale presentata dal gruppo Movimento 5 Stelle.

Partito Democratico e Movimento 5 Stelle hanno poi presentato rispettivamente due nuovi documenti politici di contrarietà alla richiesta di ricerca di CO2 che potrebbero trovare una sintesi futura e venire proposti in un prossimo consiglio comunale per la approvazione.



Tag

Migranti, naufragio a Lampedusa: i corpi ritrovati tra robot e lacrime

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità