Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:35 METEO:POGGIBONSI18°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità venerdì 11 novembre 2022 ore 14:49

Il borgo apre le porte alle auto elettriche

Inaugurate oggi due postazioni nel parcheggio di Baccanella, altre due saranno presto attive in zona Bagnaia



SAN GIMIGNANO — Una nuova “accelerata” verso la mobilità sostenibile arriva da San Gimignano nel segno dell’innovazione e del turismo sostenibile in uno dei luoghi più caratteristici della Toscana. Il borgo sarà più ecologico grazie alle nuove stazioni di ricarica inaugurate questa mattina presso il parcheggio in località Baccanella. Un’iniziativa possibile grazie all’accordo tra Enel X Way, la società del Gruppo Enel interamente dedicata alla mobilità elettrica, e l’Amministrazione Comunale di San Gimignano che nel 2018 hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa, poi aggiornato e implementato nel 2021, per la realizzazione di una rete di ricarica per veicoli elettrici.

Al taglio del nastro sono intervenuti il Sindaco di San Gimignano Andrea Marrucci, l’assessore al bilancio, all’innovazione e ai servizi a rete Gianni Bartalini e gli altri componenti della Giunta comunale, i referenti Enel per Toscana e Umbria delle strutture di Affari Istituzionali e Sostenibilità e di Comunicazione Emiliano Maratea e Riccardo Clementi.

Nel dettaglio, è da oggi disponibile una stazione di ricarica ultra rapida HPC da 100kW, che consente di ricaricare l’auto in modo comodo e rapido, consente di effettuare una ricarica completa in meno di 30 minuti, ma già in un quarto d’ora è possibile ricaricare l’auto per oltre il 50% di disponibilità della batteria.

Oltre alla stazione di ricarica HPC, è stata attivata anche una Juice Pole di ultima generazione da 44 KW (con due prese da 22 kW per ogni colonnina, che permette a due veicoli elettrici di effettuare simultaneamente una ricarica in modo semplice e agevole. Della stessa tipologia sono in fase di installazione anche altre 2 infrastrutture in via Bagnaia. Complessivamente, sul territorio comunale di San Gimignano vi saranno 4 infrastrutture di ricarica.

“Con l’installazione delle prime colonnine di ricarica per auto elettriche a San Gimignano recuperiamo terreno e qualifichiamo i servizi offerti per residenti e visitatori, – hanno dichiarato il sindaco Andrea Marrucci e l’assessore Gianni Bartalini – facendo di San Gimignano una Città moderna e accogliente sotto tutti i punti di vista ed in un’ottica green. Alla postazione di Baccanella seguirà quella di Bagnaia e uscirà a breve l’avviso pubblico per l’installazione di altre stazioni di ricarica nelle aree individuate dall’Amministrazione, su tutto il territorio comunale”.

“La Toscana è una delle regioni in cui Enel sta focalizzando la propria attenzione per realizzare la transizione energetica che passa indiscutibilmente anche per la mobilità elettrica – ha dichiarato Emiliano Maratea per Enel– e un luogo di grande pregio architettonico e paesaggistico come San Gimignano, per la sua stessa vocazione turistica, rappresenta un ottimo caso di implementazione della mobilità sostenibile che si sposa perfettamente con le soluzioni di ricarica che Enel X Way propone per promuovere uno stile di vita ed un turismo sempre più sostenibili”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Una serie di incontri hanno messo sul chi va là sindacati e dipendenti sulle prospettive dell'azienda avicola fra le principali del Senese
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Cronaca

Lavoro