Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:39 METEO:POGGIBONSI17°29°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 13 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tifosi in coro, i finlandesi cantano «Christian» e quelli danesi rispondono «Eriksen»

Sport venerdì 11 giugno 2021 ore 18:54

La Florentia riparte dalla C, delusione nel borgo

La notizia era nell'aria da alcuni giorni. Il titolo sportivo è stato ceduto alla Samp. Amarezza del sindaco Marrucci



SAN GIMIGNANO — “Un duro colpo per chi crede in un calcio non dominato soltanto dalle logiche del mercato. Il professionismo nel calcio femminile è certamente una occasione di crescita per le atlete e per tutto il movimento, per dare maggiori risorse ed opportunità al settore e per dare nuove norme e maggiori diritti e tutele delle atlete. Ma non può ridursi ad un movimento d’elite nelle mani di pochi e ricchi club". 

Si apre così la dichiarazione del sindaco Marrucci che ha voluto commentare la notizia della cessione del titolo sportivo della Florentia San Gimignano alla Sampdoria.

"Non c’è più etica dello sport, non c’è più meritocrazia guadagnata sul campo, nel consentire di comprare un titolo per disputare subito la massima serie. Così sarà sempre la logica del più ricco a prevalere. E’ anche abbastanza sconvolgente che un titolo sportivo possa essere venduto addirittura oltre i confini regionali”.

Amaro e duro è lo sfogo del primo cittadino, alla notizia che il calcio femminile dovrà ripartire dalla serie C. Un campionato giocato a buoni livelli e un settore giovanile che ha fatto faville, arrivando a giocarsi la fase finale. Unica squadra a non essere legata ad un club di serie A, un vanto di orgoglio e prestigio che svanisce in questo momento.

La delusione è molto forte per i tanti sangimignanesi che erano diventati grandi estimatori delle ragazze, un pubblico che ha un ulteriore rammarico: non aver potuto assistere alla partite a causa delle restrizioni da Covid.

"Abbiamo fatto tutto il possibile, per i ruoli che ci competevano, per denunciare prima e scongiurare poi questa acquisizione da parte della Sampdoria, interpretando i sentimenti dei tifosi e dei simpatizzanti neroverdi, portando con fierezza su tutti i tavoli i nostri valori per un calcio diverso" spiega ancora Marrucci.

Il presidente Becagli ha assicurato che non viene meno il suo impegno a San Gimignano e che la squadra ripartirà dalla serie C. Inoltre il team maschile tornerà a disputare i campionati a settembre ripartendo dalla Terza Categoria. Una notizia che rende meno amara questa giornata per il calcio valdelsano, ma anche per quello regionale.

Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Un modo per far ripartire l'economia locale. I sindaci dell'unione comunale hanno rivisto le aliquote dell'imposta favorendo i più generosi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Libero Venturi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità