Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:POGGIBONSI14°26°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 16 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Urla e paura: un grosso squalo davanti alla spiaggia di Gran Canaria

Attualità martedì 14 febbraio 2023 ore 12:26

"M’ama, non m’ama". Lettere d’amore al museo

Da oggi al 30 giugno i visitatori possono scrivere una missiva all'opera d'arte che più li ha colpiti



SIENA — Quando la storia d’amore con la giovane Clara finì, il pittore Ugo Capocchini che l’aveva ritratta voleva disfarsi del quadro; lo acquistò, invece, Romano Bilenchi (che lo donò poi al Comune di Colle di Val d’Elsa, dove oggi è conservato nel Museo San Pietro), che lo rese protagonista del racconto La rosa non finita. Perché ogni storia, anche quella apparentemente conclusa, può in realtà lasciare aperta una riflessione, indurre un dialogo nuovo e trasformarsi.

È proprio questa la suggestione che sta alla base di “M’ama, non m’ama. Lettere d’amore alle opere d’arte”, la nuova iniziativa che Fondazione Musei Senesi propone al proprio pubblico in occasione di San Valentino e nell’ambito delle celebrazioni dei suoi vent’anni. Perché l’amore ha tante forme e a chiunque può essere capitato di innamorarsi di un’opera d’arte; di commuoversi, subirne il fascino, la sorpresa disarmante o l’inatteso turbamento. E cosa proverebbe quell’opera, nei nostri confronti; cosa ci risponderebbe mentre la fissiamo rapiti?

I musei non sono solo luoghi della conoscenza e della conservazione: sono spazi in cui si può ridere e piangere, riflettere e stupirsi, ma soprattutto emozionarsi. Ed è a queste emozioni, allora, che FMS ci chiede di dare forma con una lettera: un modo inedito per celebrare i musei e le collezioni a partire dalle storie che le persone sapranno immaginare e vorranno condividere.

Le regole del gioco sono semplici: da oggi fino al 30 giugno, chiunque lo desideri, può inviare alla mail letteredamore@museisenesi.org la sua lettera indirizzata a un’opera conservata in uno degli oltre 40 musei delle terre di Siena, sia essa un dipinto, una scultura, un reperto archeologico, uno strumento scientifico, un bene demo-etnoantropologico. E se è vero che ogni relazione è fatta anche di trepidanti attese, di conferme o dinieghi, qui non c’è da disperare: presto o tardi quell’opera… risponderà! Queste corrispondenze saranno pubblicate online sui canali di FMS mentre quelle migliori, selezionate da un’apposita giuria, saranno premiate e pubblicate in un volume realizzato in collaborazione con Betti Editrice.

"Negli ultimi anni – racconta la direttrice di FMS, Elisa Bruttini – siamo stati sempre più affascinati da una dimensione empatica ed emotiva attraverso cui rileggere e presentare i nostri musei. Nel volume Dipinti e lacrime, d’altronde, James Elkins ci pone di fronte a una domanda: cosa accade quando un'opera d'arte significa per noi molto più della sua storia, quando ci comunica qualcosa davvero difficile da esprimere? Spero che i nostri visitatori possano vincere l’iniziale imbarazzo e instaurare con le nostre opere un dialogo più intimo. E che abbiano voglia di tradurre in parole questa sensazione".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco l'elenco dei prezzi del carburante in provincia di Siena. Comune per comune gli impianti più economici dove fare rifornimento.
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Blue Lama

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità