Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:15 METEO:POGGIBONSI13°25°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
martedì 28 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Usa, De Niro attacca Trump: «Vuole distruggere il mondo»

Attualità giovedì 08 ottobre 2015 ore 15:20

Slow Travel Fest, tra musica e cammino

Tappa della camminata al complesso monumentale di Abbadia Isola

Si apre domani con un ricco programma il festival dedicato al "viaggio lento" tra Monteriggioni e Abbadia Isola



MONTERIGGIONI — Si aprirà in cammino la prima edizione di Slow Travel Fest, il festival dedicato alla cultura del “viaggio lento”, a piedi o in bicicletta, con un’escursione che da Monteriggioni – domani alle ore 16 - si snoderà per circa tre chilometri lungo la Via Francigena, fino a giungere al complesso monumentale di Abbadia a Isola, dove si terrà l’inaugurazione. La camminata, animata da uno spettacolo di danza aerea, sarà una vera e propria immersione nello spirito dell’iniziativa, e accompagnerà il pubblico alla scoperta degli spazi che nei giorni successivi saranno scenario della manifestazione.

All’arrivo, alle 19, tutto pronto per l’apertura della mostra fotografica “In itinere” di Ilaria Di Biagio, un progetto per raccontare la Francigena attraverso le immagini, catturando i volti e gli scenari incontrati durante il cammino. Il programma proseguirà alle 20, alla presenza del sindaco di Monteriggioni Raffaella Senesi, momento in cui sarà presentato ufficialmente il festival. A seguire, alle 21, il regista Alfredo Covelli introdurrà la proiezione di “With real stars above my head”, il documentario recentemente proiettato al Trento Film Festival che narra con straordinaria ironia e delicatezza una vicenda autobiografica: la scelta, dopo un peggioramento della sclerosi multipla, di affrontare la malattia camminando sulle vette dell’Himalaya.

Dalle 19.30 fino a notte la colonna sonora dell’evento saranno i ritmi swing, balcanici e le melodie anni Cinquanta e Sessanta del dj set al femminile firmato Coqò Djette, e dalle 22 spazio al jazz contaminato da influenze mediterranee del pianista, cantante e arrangiatore Luigi Campoccia – una carriera trentennale di cui la metà passata al fianco di Giorgio Gaber – che presenterà il nuovo lavoro intitolato “The dream of Osman”, affiancato dal musicista turco Aziz Senol Filiz.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Cambiano ancora una volta le carte in tavola di una primavera che non trova stabilità. Gli esperti attendono altre giornate con pioggia e rovesci
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità