Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:POGGIBONSI14°25°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
mercoledì 29 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Sesso e mafia - Esca viva: Maria Concetta attirata in trappola da sua madre

Attualità venerdì 05 giugno 2015 ore 15:15

Taglio del nastro da 7 milioni

Mura medicee tirate a lucido

Domani l'inaugurazione della "nuova" Fortezza: progetto fortemente voluto dal Comune grazie alla Fondazione Mps e ai soldi regionali del Piuss



POGGIBONSI — Il grande giorno atteso da anni da tutti i poggibonsesi è arrivato: domani, sabato 6 giugno, taglio del nastro ufficiale per la Fortezza medicea di Poggio Imperiale al termine dell’intervento di restauro che ha interessato tutta la cinta muraria. La Fortezza, voluta da Lorenzo dei Medici e progettata dall'architetto Giuliano da Sangallo, è tornata a nuovo splendore con le quattro porte di nuovo visibili e valorizzate e con circa un chilometro e mezzo di camminamenti sopra le mura che offrono un panorama bellissimo sulle colline del Chianti, castelli, chiese e San Gimignano.


“Un recupero importante per la comunità e per il territorio – ha detto con soddisfazione il Sindaco David Bussagli - Ci riappropriamo di uno spazio pubblico, di una parte della nostra storia, di un bene culturale che ci proietta nel futuro. Con questo recupero, che ci emoziona e ci rende orgogliosi, si completa il progetto di valorizzazione di tutta l’area di Poggio Imperiale avviato alla fine degli anni ottanta e portato avanti con lungimiranza dai Sindaci e dalle Amministrazioni che si sono succedute”. E' anche per questo, infatti, che gli ex sindaci Marcello Gentilini, Fabio Ceccherini, Luca Rugi e Lucia Coccheri saranno presenti all’apertura di domani previsto per le 16,30 a Porta San Francesco. Insieme al Sindaco David Bussagli, saranno presenti il Prefetto di Siena Renato Saccone, Marco Valenti direttore del Parco Archeologico, rappresentanti del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Toscana, della Fondazione MPS.

L’intervento di restauro è stato realizzato con un investimento importante che ha sfiorato i 7 milioni di euro sostenuto con il contributo della Fondazione Monte dei Paschi di Siena e grazie al cofinanziamento della Regione Toscana nell'ambito del programma europeo PIUSS Altavaldelsa “Città di Città” che ha coperto circa il 60 per cento dell’intera operazione.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno