Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:POGGIBONSI16°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
mercoledì 21 febbraio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Anche i bambini in Kenya ballano scatenati «Tuta gold» di Mahmood

Attualità martedì 24 ottobre 2023 ore 18:45

Infrastrutture, lo sviluppo toscano in 683 milioni

cantiere stradale

Tram, strade, scuole, difesa del suolo e rigenerazione urbana in aree centrali e periferiche: ecco dove cadrà la pioggia di nuovi fondi



TOSCANA — Lo sviluppo infrastrutturale toscano il 683,5 milioni di euro che, riversati sul territorio regionale in aree centrali e periferiche, si tradurranno in binari del tram, strade, scuole, interventi di rigenerazione urbana e opere di difesa del suolo secondo l'elenco disponibile qui in coda all'articolo.

I fondi sono stanziati dalla Regione, che di concerto col governo può gestire il 60% dei Fondi di sviluppo e coesione che in Toscana vale poco più di 1 miliardo. L'altro 40% è gestito dal ministro attraverso gli enti statali Anas, Ferrovie, Autorità portuali.

Il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani non dubita: "Daranno alla Toscana una marcia in più". Dei 683,5 milioni c’è già stata un'anticipazione di circa 110,9 milioni, la maggior parte per le scuole e la difesa del suolo, e 41 milioni per le bonifiche di Piombino.

“Una delle decisioni più importanti del mandato ispirata dalla Toscana diffusa e che punta alla modernizzazione infrastrutturale regionale”, ha detto Giani. “E’ il senso di una strategia di valorizzazione infrastrutturale della Toscana – ha aggiunto - che accanto al Pnrr e ai Fondi europei, è quella più estesa e forte". Toccherà ora al ministero esaminare gli interventi in un tavolo che si concluderà con un accordo per la coesione fra il governo e la Regione. 

Gli oltre 531 milioni che rimangono nascono dal passaggio di ieri in giunta e si concentrano sostanzialmente in opere infrastrutturali e mobilità.

Giani li ha suddivisi in capitoli compreso uno che, attraverso l'utilizzo dei fondi Fsc per 104 milioni per garantire il cofinanziamento regionale dei programmi comunitari, consentirà al bilancio regionale di risparmiare un uguale importo da dedicare alle politiche regionali, in primis alla sanità. A questo capitolo sono destinati anche 20 milioni per il completamento del nuovo Ospedale di Cisanello.

Segue il capitolo mobilità tranviaria a Firenze con 113 milioni per il completamento della linea Peretola-Polo Universitario.

Il capitolo strade che vede 33 milioni per la Valdinevole che risolvono i nodi di traffico (la variante a Larciano, il collegamento da Monsummano a Pieve a Nievole, il collegamento da Massa e Cozzile a Montecatini); gli interventi fra la Piana e Prato (Signa, Lastra a Signa, il collegamento Prato-Campi Bisenzio) per 23 milioni, la variante di Cortona per 14 millioni e altri 7 milioni per il livornese.

Sempre per le strade ci sono 65 milioni per il Cipressino, la strada che collega la superstrada Siena-Grosseto all’Amiata e il miglioramento dell’accessibilità agli ospedali della Toscana, Cisanello e Careggi, con le risorse per completare quello che ora è un troncone su viale XI Agosto a Castello liberando l’accesso per Careggi.

E infine un capitolo che Giani dedica a quello che definisce “riassetto urbanistico” in cui ci sono 15 milioni per l’edilizia residenziale pubblica, 10 milioni per la rigenerazione urbana e 22 milioni per la difesa del suolo.

“Si tratta di scelte legate a progettazioni in essere - ha evidenziato Giani - su cui le amministrazioni beneficiarie, come richiesto dal decreto legge 124, saranno sfidate a dimostrare capacità realizzativa entro i tempi preventivati”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Si affaccia all'orizzonte un fronte perturbato che prenderà il posto degli ultimi giorni al sapor di primavera. Il freddo arriverà di notte
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nadio Stronchi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro