Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:30 METEO:POGGIBONSI14°24°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
lunedì 20 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Raisi, le immagini del presidente iraniano sull'elicottero prima dello schianto

Attualità venerdì 29 marzo 2024 ore 14:00

Elettricità, in arrivo bollette meno care

L'aggiornamento reso noto da Arera: diminuisce la spesa per la materia energia. Bollette in calo del 19,8 per cento



TOSCANA — 20,24 centesimi al kilowattora contro i 25,24 del trimestre precedente: nel secondo trimestre del 2024 la bolletta elettrica per la famiglia tipo in tutela (con consumi medi di energia elettrica di 2.700 kWh all'anno e una potenza impegnata di 3 kW) cala del 19,8%. E' quanto emerge dall’ultimo aggiornamento trimestrale per i clienti non vulnerabili reso noto da Arera.

La variazione, come spiega una nota, è legata alla diminuzione complessiva della spesa per la materia energia (-22,5%) controbilanciata dal rialzo degli oneri generali di sistema (+2,72%).

Il calo, sottolinea l'Autorità, è giustificato principalmente "Dal trend ribassista che ha caratterizzato l’andamento dei prezzi del gas naturale e dell’energia elettrica verso la fine dello scorso anno e nei primi mesi dell’anno in corso e che sta subendo un rallentamento a causa delle crescenti tensioni geopolitiche". 

Un ruolo centrale sulle aspettative di prezzo del gas naturale lo ha giocato però anche l'inverno particolarmente mite, che ha favorito un elevato livello degli stoccaggi europei.

In termini di effetti finali, la spesa per la famiglia-tipo nell’anno scorrevole (compreso tra il 1 luglio 2023 e il 30 Giugno 2024) sarà di circa 662 euro, in calo del 47,7% rispetto ai 12 mesi precedenti, periodo in cui il prezzo della materia energia raggiunse i suoi picchi massimi.

Arera ricorda poi che dal 1 Luglio, tutti i clienti non vulnerabili serviti in maggior tutela passeranno automaticamente al servizio a tutele graduali, con il fornitore selezionato tramite asta in quella zona. Si tratta di un servizio transitorio che sarà attivo fino al 31 marzo 2027. Al termine di questo periodo, in mancanza di una scelta espressa, i clienti continueranno a essere riforniti dallo stesso venditore sul mercato libero.

Per i clienti vulnerabili, invece, Arera continuerà ad aggiornare trimestralmente le condizioni economiche della Maggior Tutela, fino all’esperimento delle aste previste dal Decreto-legge ‘sicurezza energetica’. 

L'autorirà ricorda infine che i clienti domestici elettrici già passati al mercato libero hanno il diritto di rientrare nel servizio di maggior tutela fino a fine Giugno 2024.

"Fino a oggi -spiega il presidente di Arera Stefano Besseghini - la maggior tutela ha permesso di offrire un prezzo efficiente, il che ha consentito di avere un benchmark per il mercato, tuttavia l’avvicinarsi della fine del servizio di tutela ricordiamo sempre che non esaurisce la tutela contrattuale, le regole e la vigilanza sul loro rispetto da parte dell’Autorità e le tutele per i consumatori in ogni fase della fornitura”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco le opportunità proposte dai Centri Impiego di Siena e provincia, lavori a tempo indeterminato e determinato ed apprendistato
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cultura