Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:35 METEO:POGGIBONSI18°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 18 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Attualità martedì 16 gennaio 2024 ore 15:00

Sicurezza sul lavoro, 2,7 milioni per la formazione

cartelli antinfortunio

Sono due i bandi regionali a sostegno di progetti rivolti a rafforzare la cultura su salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nei lavoratori



TOSCANA — E' di 2,7 milioni di euro la dotazione finanziaria complessiva di due bandi con cui la Regione Toscana punta a rafforzare la cultura della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro di lavoratrici e lavoratori. I fondi vanno a sostegno di progetti di formazione aggiuntiva, ovvero interventi formativi ulteriori rispetto a quelli obbligatoriamente previsti per legge a carico dei datori di lavoro.

Due i bandi, due le linee d'intervento. Il primo bando viene finanziato da Regione Toscana tramite risorse della nuova programmazione del Fondo Sociale Europeo+ 2021-2027 e destina 2 milioni di euro per la formazione nelle imprese attraverso un sistema premiale per progetti che coinvolgono lavoratrici e lavoratori che operano in settori con rischio stimato medio-alto. Per presentare le domande c'è tempo fino al 15 Marzo.

Il secondo bando è sostenuto con 720.186 euro derivanti dall’Accordo di collaborazione siglato tra Inail e Conferenza delle Regioni e Province autonome, a cui la Regione Toscana ha aderito. Finanzierà progetti formativi che tengono conto di un catalogo formativo definito nell’Accordo ed è 'a sportello': le domande verranno finanziate secondo l’ordine cronologico di presentazione, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse disponibili. La finestra per presentare le domande si apre il 26 Gennaio e rimane aperta fino al 31 Ottobre 2024.

“Lo stanziamento di queste risorse è un’importante scelta politica che la Regione Toscana compie per lavorare in modo sempre più sicuro”, osserva il presidente Eugenio Giani. “Sono interventi in cui crediamo molto – prosegue – altrettanto importanti quanto le azioni di vigilanza e di controllo”.

“Un duplice intervento – spiega l’assessora regionale alla formazione e al lavoro Alessandra Nardini – per consolidare la cultura della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro attraverso la formazione, andando cioè a promuovere informazione e consapevolezza rispetto ai corretti comportamenti da adottare, ai dispositivi di protezione, alla normativa vigente. La prevenzione è fondamentale, questo impegno è centrale all'interno delle politiche regionali”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'obiettivo è rendere gli alloggi Erp inutilizzati di nuovo assegnabili, rimettendo a disposizione di chi è in attesa circa 500 abitazioni
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alberto Arturo Vergani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Attualità

Cronaca

Lavoro