Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:POGGIBONSI21°37°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 25 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La cucina, gli hangar, la sala designer: il “tetris” della base di Luna Rossa
La cucina, gli hangar, la sala designer: il “tetris” della base di Luna Rossa

Attualità giovedì 19 ottobre 2023 ore 13:41

Vigilia di sciopero, chi si ferma e quando

attese in stazione

Si prepara un venerdì nero di disagi per lo sciopero generale di 24 ore indetto a livello nazionale. A rischio trasporti, scuole, sanità, rifiuti



TOSCANA — Trasporti, scuole, sanità ma anche servizio di raccolta rifiuti: si prepara un venerdì nero di disagi per lo sciopero generale di 24 ore indetto a livello nazionale per tutti i settori pubblici e privati dalle sigle dei sindacati di base per domani 20 Ottobre.

Le rivendicazioni riguardano in generale lo stato contrattuale e i salari, e si ampliano poi declinate a seconda dei vari comparti e aziende.

Ripercussioni anche in Toscana. Ed ecco allora alla vigilia dello sciopero generale chi si ferma e quando, nonché quali sono le fasce orarie di garanzia e i servizi minimi.

Treni e aerei

Quanto ai treni, l'astensione dal lavoro è fissata dalle 21 di giovedì 19 alla stessa ora di venerdì 20 Ottobre. Sciopera il personale del Gruppo Fs Italiane, Trenord e Italo. In Toscana le fasce di garanzia ricadono negli orari 6-9 e 18-21.

Aerei a terra per lo sciopero, ma Enac ricorda anche in questo caso che "durante gli scioperi vi sono le fasce orarie di tutela, dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 alle 21, nelle quali i voli devono essere comunque effettuati".

Gli autobus

Disagi per il trasporto pubblico locale: per quanto riguarda gli autobus, Autolinee Toscana fa sapere che il personale viaggiante si ferma dall'inizio servizio alle 4,14, poi dalle 8,15 alle 12,29 e infine dalle 14,30 a termine servizio. Nel mezzo ci sono le fasce di garanzia 4,15-8,14 e 12,30-14,29. Il personale impiegatizio e gli operai incrociano le braccia invece per l'intero turno di lavoro.

Sanità

Nel comparto restano garantiti i servizi minimi di assistenza diretta ai ricoverati negli ospedali, con priorità alle emergenze e alla cura dei più gravi. I servizi minimi essenziali, ricorda la Asl Toscana Nord Ovest, comprendono:

  • il pronto soccorso e servizi afferenti legati a problematiche non-differibili della salute dei cittadini ricoverati (turni dei reparti) e non. Di conseguenza anche il personale tecnico per la preparazione dei pasti e degli altri servizi di base
  • servizi di assistenza domiciliare
  • attività di prevenzione urgente (alimenti, bevande, etc..)
  • vigilanza veterinaria
  • attività di protezione civile
  • attività connesse funzionalità centrali termoidrauliche e impianti tecnologici

Scuole a rischio

Rischiano il fermo anche le scuole: il ministero dell'istruzione e del merito ha fatto partire già il 12 Ottobre scorso una circolare in cui invita gli istituti scolastici a informare alunni e famiglie nel modo più capillare sulle modalità di sciopero e sulle prestazioni relative alla garanzia dei servizi pubblici essenziali.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Alle gare nella capitale francese l'Italia schiera 403 sportivi. Ma da dove arrivano? Quattro province toscane nella top ten nazionale, una sul podio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Sport

Attualità