Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:00 METEO:POGGIBONSI11°21°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 23 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il video del rapimento di 5 soldatesse israeliane il 7 ottobre, insulti e sangue

Attualità martedì 19 maggio 2015 ore 15:59

Tra new media e cyberfigli

Un convegno a Bellavista sulla tutela dei minori con Comune di Poggibonsi, Polizia di Stato, AUSL 7 di Siena e Telefono Azzurro



VALDELSA — Cyberbullismo, sexting, grooming, Facebook. Ma anche privacy, nuovi linguaggi, strumenti di conoscenza, helpline per figli e genitori. Parole, temi e tematiche che da perfetti sconosciuti sono entrati da qualche tempo a questa parte all'interno del linguaggio comune e soprattutto sono diventati i “problemi” dai quali allontanare i propri figli. Questi alcuni degli argomenti che verranno affrontati all'interno del convegno “Cyberparents – Internet e tutela dei minori” che si terrà presso il “Centro Insieme” di Bellavista, frazione del Comune di Poggibonsi, il prossimo 21 Maggio, dalle 17,30. Il Movimento Difesa del Cittadino di Siena, con la collaborazione del Comitato Festa di Bellavista, ha coinvolto Comune, Polizia di Stato, AUSL 7 di Siena e Telefono Azzurro per dialogare con genitori, familiari e Istituzioni impegnate nell’educazione dei minori.

Al centro della discussione ci sarà l’importanza che i new media, Internet e social network in particolare, hanno assunto nella vita quotidiana dei giovani. L’obiettivo è quello di far conoscere i problemi scaturiti dall'uso scorretto di tali strumenti e, allo stesso tempo, fornire le informazioni adatte per contrastare tali atteggiamenti: la Rete, infatti, è un luogo di relazioni e connessioni che i giovani frequentano quotidianamente per esprimersi e, di conseguenza, per definire l’identità. Sono dei cyberfigli che si innamorano, fanno amicizia, apprendono ed esplorano grazie a Internet e ai cellulari, mezzi di comunicazione spesso demonizzati perché poco conosciuti o considerati all’origine di comportamenti scorretti, come l’isolamento, la dipendenza o l’assuefazione alla violenza. Tematiche dunque di largo respiro ma soprattutto di strettissima attualità, con fatti di cronaca che ogni giorno parlano di episodi da collegarsi a questo tipo di problematiche. Il fatto che le itsituzioni e gli enti locali abbiano non solo appoggiato in pieno l'iniziativa ma partecipino in maniera attiva è il segnale di come i problemi siano reali e di come occorra il giusto metodo per conoscerli.

Susanna Salvadori e Filomena Convertito, rispettivamente Assessore alle Politiche Educative e Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Poggibonsi hanno già confermato la propria partecipazione, così come il Direttore Sanitario AUSL7 Simona Dei, Paola Pedani, Coordinatrice Area Valdelsa e Siena per la sezione di Educazione alla Salute dell’USL 7, Francesco Ricci, Psicologo del Consultorio Adolescenti di Siena, Giovanni Salerno di Telefono Azzurro e l’Ispettore Polizia di Stato Alessandra Ciulla, Polizia Postale e delle Comunicazioni sezione di Siena. A moderare il confronto Elena Franci del Movimento Difesa del Cittadino.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Seicento operatori dell'occulto con 40mila clienti: sono i numeri del fenomeno in Toscana secondo l'Osservatorio Antiplagio. Occhio alle truffe
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità