Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:00 METEO:POGGIBONSI17°33°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 14 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Berlusconi: «Io al Quirinale? È fuori dalla mia testa Sono soddisfatto dalla vita»

Cronaca venerdì 22 gennaio 2016 ore 10:02

Ubriachi picchiano un nigeriano, arrestati

Due giovani, un albanese e un campano, hanno aggredito un uomo in pieno centro a Poggibonsi. Una volta presi hanno inveito anche contro i Carabinieri



POGGIBONSI — Ubriachi e senza apparente motivo, due uomini, uno italiano ed uno albanese, ieri mattina intorno alle 10.30, in pieno centro a Poggibonsi, dopo essere entrati in un bar, hanno iniziato a prendere di mira un rifugiato nigeriano che stava prendendo un caffè fino a costringerlo a fuggire in strada per sottrarsi ad una prima aggressione verbale.

A.M. albanese classe 1983 e S.G. campano classe 1980, entrambi pluripregiudicati, sono finiti in manette per i reati violenza privata, lesioni personali, minaccia e resistenza a pubblico ufficiale.

I due pregiudicati, dopo aver costretto il nigeriano a scappare dal bar, lo hanno inseguito in strada e lo hanno picchiato, a turno, con calci e pugni. L’uomo è riuscito a sottrarsi alla furia dei due e si è allontanato in direzione del sottopassaggio verso via Marconi ma è stato seguito e picchiato nuovamente. Qualche passante, assistendo alla scena ha quindi chiamato i carabinieri richiedendone l’intervento.

Giunti sul posto, i militari dell’Arma non hanno trovato nessuno in strada ma poco dopo, hanno visto uscire da un vicino bar due soggetti che, con fare trafilato, si allontanavano dal luogo. I militari dell’Arma, insospettiti, li hanno raggiunti scoprendo che si trattava di due persone già note per altri reati In quel momento, dal locale dove si era rifugiato, il nigeriano si è avvicinato ai carabinieri dicendo di essere stato aggredito poco prima dai quei due individui. Sentito ciò, il campano si è avventato contro il nigeriano per colpirlo ancora ma il pronto intervento di uno dei due militari ha impedito l’ennesima aggressione.

Una seconda pattuglia della Benemerita è stata quindi inviata sul posto poiché i due pregiudicati, sotto gli effetti dei fumi dell’alcol, stavano opponendo resistenza ai carabinieri che tentavano di farli salire sulle auto per l'arresto.Una volta giunti presso gli uffici del Comando Compagnia, non senza difficoltà, i militari dell’Arma hanno proceduto a ricostruire fatti ed hanno fatto refertare il nigeriano I.K.E. classe 1979, a cui sono state riscontrate lesioni varie.

Sentito il magistrato di turno presso la Procura di Siena, i carabinieri hanno quindi proceduto all’arresto dei due pregiudicati che hanno smaltito in camera di sicurezza la sbornia. Non è finita qui, visto che nel pomeriggio, i due arrestati hanno dato sfogo alla loro rabbia per il provvedimento cautelare adottato nei loro confronti, iniziando ad inveire contro i militari e colpendo con calci e pugni le pareti delle camere di sicurezza. 

Stamani i due saranno condotti davanti il giudice per l’udienza direttissima. 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Ti potrebbe interessare anche:

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Notte di follia per un giovane ha fatto girare la sua macchina nel parcheggio, ma ne ha perso il controllo andando a sbattere contro un garage
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Sport

Attualità

Attualità

Attualità