Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 10:00 METEO:POGGIBONSI20°  QuiNews.net
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
domenica 17 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Tensione al corteo no Green pass di Milano, la protesta non si ferma e partono le cariche della polizia

Attualità lunedì 16 marzo 2015 ore 16:48

Autobus Moschea, Tiemme minimizza

Il presidente Roncucci: "Nessun episodio di discriminazione, le due donne non sono salite perchè l'autobus era pieno"



COLLE DI VAL D'ELSA — Sul caso dell'episodio avvenuto alla Moschea di Colle riguardo al fatto che due ragazze non sarebbero state fatte salire sull'autobus per motivi religiosi arriva una sorta di smentita da parte di Tiemme. “A noi non è pervenuta nessuna segnalazione di discriminazione”, ha detto il Presidente Massimo Roncucci.

Era stata la Lega Nord a denunciare l'accaduto precisando anche che erano state sanzionate diverse persone che stavano andando alla Moschea perché trovati senza regolare tagliando di viaggio: “In azienda non sono pervenute segnalazioni, né in forma scritta né verbale, in merito a presunti casi di discriminazione verificatasi a bordo dei nostri bus – ha voluto precisare in una nota il presidente Roncucci – e per questo non ci riconosciamo nella ricostruzione fatta sulla stampa dalla Lega Nord che riferisce di utenti che hanno impedito ad alcune donne di salire a bordo della linea urbana 202 per motivi etnici e culturali. Anche da quanto chiarito dal nostro autista al successivo passaggio alla stessa fermata, la mancata salita a bordo delle donne è riconducibile solo al sovraffollamento del mezzo e non a motivazioni di altro genere”. Una situazione che appare dunque, secondo questa versione, diametralmente opposta a quanto denunciato dalla Lega.

“Inoltre va precisato che i controlli effettuati venerdì 13 marzo a Colle di Val d'Elsa, hanno interessato tutti i servizi urbani – ha sottolineato ancora il presidente Roncucci - e rientrano nella routine della nostra attività che effettuiamo costantemente sul territorio, nell'ottica di arginare i casi di evasione tariffaria e tutelare la maggioranza dei nostri passeggeri che acquista il biglietto o sottoscrive l'abbonamento. Abbiamo effettuato verifiche in collaborazione con l'amministrazione comunale di Colle di Val d'Elsa durante le quali abbiamo elevato sette sanzioni a passeggeri presenti sulla linea urbana 202 e, durante successivi controlli sugli altri servizi urbani, abbiamo conteggiato un totale di 47 passeggeri sprovvisti di titolo di viaggio, compresi cittadini colligiani e studenti”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Attivati i sanitari del 118 per un giovane rimasto ferito che è stato trasportato al pronto soccorso delle Scotte
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nausica Manzi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità