comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 22°23° 
Domani 21°35° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
giovedì 13 agosto 2020
corriere tv
La Puglia inaccessibile: da Miggiano a Castro dove le barche sono «sospese» sull'acqua

Attualità venerdì 03 luglio 2020 ore 11:59

Distilleria Deta, scoppia la pace

La guerra nata sui fumi e gli odori pestilenziali. Incontro pubblico tra Amministrazione, azienda e cittadini sancisce l'accordo



BARBERINO TAVARNELLE — Nei giorni scorsi si è tenuto un importante incontro pubblico a Vico d'Elsa, frazione del Comune di Barberino-Tavarnelle, tra cittadini, Distilleria Deta e sindaco per risolvere il problema dei fumi.

Le emissioni dello stabilimento situato ai piedi del borgo di Vico, da tempo stanno rendendo la vita difficile agli abitanti. Gli odori e le polveri della lavorazione delle vinacce sono diventati un serio problema, odori insopportabili e polvere giallognola ovunque.

Da qui la nascita di un comitato e il successivo intervento dell'Amministrazione insieme ad Arpat. L'intero consiglio comunale si è espresso all'unanimità per chiedere un'azione risolutiva in tutte le sedi possibili.

Dall'incontro è nato un accordo tre le parti con il benestare dell'azienda, che si è impegnata a risolvere in breve tempo il problema. Il direttore della Deta Francesco Montalbano ha manifestato la volontà di trovare una soluzione che soddisfi azienda e cittadini, ricordando gli investimenti già fatti per la depurazione delle acque.

Nelle prossime settimane saranno avviate le operazioni sui filtri per chiudere definitivamente la questione, rimarcando la priorità del rispetto dell'ambiente e lo storico legame col territorio da un secolo a questa parte.

Al momento è in corso una conferenza dei servizi a livello regionale che sta valutando il progetto.

Il sindaco Baroncelli ha apprezzato la decisione aziendale puntualizzando l'aspetto degli scarichi industriali, rimarcando l'azione di controllo e monitoraggio dell'inquinamento nella zona industriale di Zambra. Concludendo l'intervento, ha affermato la volontà di favorire lo sviluppo di energie rinnovabili nel territorio comunale nel rispetto del Paesc (Piano d'azione per l'energia sostenibile e il clima).

Una soluzione ideale che non poteva essere altrimenti, considerando che il territorio comunale è uno dei più belli e ricchi di natura e storia dell'intera regione.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Politica

Attualità

Attualità