comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
POGGIBONSI
Oggi 22°29° 
Domani 20°33° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News valdelsa, Cronaca, Sport, Notizie Locali valdelsa
venerdì 10 luglio 2020
corriere tv
Venezia, il test del Mose visto dall'elicottero della polizia

Attualità mercoledì 01 giugno 2016 ore 09:58

"Lavoratori messi a dura prova"

Stato di agitazione all'interno di Rcr: "L'azienda non sta rispettando gli accordi". Previsti scioperi



COLLE DI VAL D'ELSA — Stato di agitazione del personale con il blocco degli straordinari e dei cambi turno e scioperi che verranno calendarizzati a breve: la Rsu della Rcr punta il dito contro i vertici aziendali. E' crisi, insomma, per la più grande cristalleria italiana.

“Le iniziative saranno destinate ad accentuarsi – si legge in una nota ufficiala diramata da Cisl, Cgil e Uil - qualora Rcr non intenda ritornare sui propri passi”. Secondo le organizzazioni sindacali, infatti, l'azienda avrebbe assunto dei comportamenti non in linea a precedenti accordi: “Recentemente, dopo la firma del contratto di solidarietà nello scorso dicembre – si legge ancora nel documento – le relazioni sindacali hanno visto un improvviso deterioramento, a causa dell’atteggiamento assunto dalla direzione aziendale, che, sorda alle osservazioni e proposte sindacali, ha deciso unilateralmente di rimuovere alcuni lavoratori dal proprio reparto, creando di fatto malcontento e disparità di trattamento tra colleghi e contravvenendo agli affidamenti che si erano raggiunti nella definizione del contratto di solidarietà, compresa la non possibilità di spostare un lavoratore da un reparto all’altro, se non per motivi condivisi. La difficile situazione aziendale che si trascina ormai da molto tempo, accentuata dagli obblighi di Rcr verso i creditori, in funzione del più recente concordato preventivo, ha sempre visto sindacato e lavoratori agire con forte senso di responsabilità, tanto che le stesse maestranze si sono fatte spesso carico di scelte gravose e difficili: anni e anni di ammortizzatori sociali, significativi tagli alla busta paga, graduale riduzione di personale. Nel momento attuale, in cui alla base dovrebbero esserci dei rapporti costruttivi e collaborativi da parte di tutti gli attori, le inspiegabili scelte aziendali non fanno che peggiorare il difficile clima interno, che da anni vede i lavoratori messi a dura prova”. Nei mesi scorsi anche il Comune di Colle di Val d'Elsa e soprattutto la Regione Toscana si erano impegnati per cercare di trovare soluzioni per la cristalleria, come confermato dalle stesse organizzazioni sindacali: “La Regione – fanno sapere, concludendo – si è resa disponibile a monitorare costantemente la situazione, impegnandosi, per quanto possibile, a favorire contatti fra azienda e soggetti terzi, utili a ridurre le sofferenze di Rcr in termini sia commerciali che di finanziamento”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità